DONATELLO, a Palazzo Strozzi

Visita guidata SABATO 30 Giugno alle 21:15 con Marginalia

I posti sono limitati

Chi fosse interessato può già iscriversi inviando un Whatsapp alla nostra associazione N 3664475991 -oppure una mail a visiteguidate@associazionemarginalia.org

Quota di partecipazione è di € 24,00 a persona

e comprende:

Biglietto ingresso ridotto per gruppi, diritti di prenotazione, noleggio radio con auricolari obbligatori e servizio guida.

Per persone con disabilità e loro accompagnatori e giornalisti – il biglietto ingresso è gratuito

Per tanto pagheranno soltanto € 11,00 a persona per servizio guida e noleggio radio

La visita “Donatello, il rinascimento, avrà una durata massima di un’ora e trenta minuti

Il percorso è comodo lo possono fare tutti e si sviluppa su un unico piano

Ritrovo all’interno di Palazzo Strozzi davanti a Bottega Strozzi Ore 21:00

Nel caso in cui qualcuno dovesse avere problemi per fare le scale per salire al piano ci sono gli ascensori

GIOVEDI 30 GIUGNO ORE 21,15 POSTI DISPONIBILI

Whatsapp: 3664475991

Mail: visiteguidate@associazionemarginalia.org

Vi aspettiamo per condividere una vera emozione.

COME IN CIELO COSI’ IN TELA

apertura straordinaria del Planetario, all’interno di Fondazione Scienza e Tecnica in via Giusti, 29 a FIRENZE.

NUOVA DATA DA STABILIRE ORE 21:00

a cura di Marginalia associazione culturale in collaborazione con il centro di FONDAZIONE SCIENZA E TECNICA DI FIRENZE

Come in cielo così in tela: i miti nelle costellazioni e nelle opere d’arte. Un incontro a due voci pensato come un dialogo tra arte e astronomia per raccontare di personaggi, di storie e di vicende straordinarie, “immortalate” nel cielo tra le stelle e raffigurate da vari artisti nelle proprie opere. Un viaggio indimenticabile…tra cielo e tela!

La serata sarò condotta dalla dottoressa Silvia Giomi (laureata  in astrofisica presso l’Università di Firenze) che si occuperà della parte scientifica – tema dominante dell’incontro e da Veronica Calzone, laureata in Storia dell’Arte presso l’Università di Firenze.

RITROVO ore 21:00 in via Giusti davanti all’ingresso della Fondazione Scienza e Tecnica In via Giusti 29

Quota di partecipazione: € 18,00 a persona

comprensiva del Biglietto ingresso e dell’apertura straordinaria del Planetario

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE:

scrivendo a Marginalia con un Whatsapp 366 4475991

oppure inviando una mail: visiteguidate@associazionemarginalia.org

POSTI LMITATI

Vi aspettiamo per condividere insieme questa particolarissima serata che ci darà la possibilità di ammirare, proiettate sul Planetario le più belle costellazioni della storia dell’arte per un affascinante commento tra astromia e arte.

Il Planetario, un luogo privilegiato per studenti, appassionati di astronomia e per chi vuole approfondire la conoscenza e la comprensione dei fenomeni celesti. In qusta serata anche per appassionati d’arte e astronomia.

Il nuovo Planetario Digistar Lite, è un apparecchio che permette di esporre l’astronomia in modo rivoluzionario.
Questo strumento, estremamente versatile, consente, infatti di muoversi nel tempo, selezionare una stella o una costellazione, esplorare oggetti celesti anche molto lontani.
La mappa 3D dell’Universo permette allo spettatore di navigare nello spazio, come se fosse su un’astronave, andando a curiosare tra nebulose, galassie e sistemi planetari.

Vi asepttiamo per condividere insieme una serata indimenticabile in questo luogo

costituisce la più grande raccolta in Italia e una tra le più complete in Europa di strumenti per lo studio e la didattica della fisica della seconda metà dell’Ottocento. Comprende il Gabinetto di fisica e il Gabinetto di storia naturale. Fanno parte del Complesso oltre al Planetario, il Museo e la Biblioteca

le tre Pietà di Michelangelo a confronto al Museo dell’Opera del Duomo Firenze. Visita guidata.

SIAMO SEMPRE DISPONIBILI PER WEEK END E GIORNI SETTIMALI

PER I WEEK END PRENOAZIONE OBBLIGATORIA ALMENO UAN SETTIMANA PRIMA

Visita guidata con Marginalia al Museo dell’Opera del Duomo per questo speciale confronto sull’arte del grande Michelangelo e tanti altri capolavori.

RITROVO ore 16,20 davanti al Museo

Quota di partecipazione € 26,00 a persona

riduzione del biglietto (con un costo pari € 3) per Bambini con età dai sei fino agli undici anni;

Membri FAI;

Biglietto gratuito per:

Giornalisti con tesserino

Per chi ha un handicap (a colui che lo accompagna, il biglietto sarà fornito gratuitamente solo se non si può far a meno della sua presenza);

Membri dell’ I.C.O.M e I.C.O.M.O.S

La quota comprende:

il biglietto ingresso di € 15,00 a persona, noleggio radio con auricolari € uno a persona, 10,00 di servizio guida

PERCORSO FACILE adatto a tutti

PRENORAZIONI SCRIVENDO A:

Whatsapp – 3664475991

Mail: visiteguidate@associazionemarginalia.org

Vi aspettiamo in tanti per un percorso fantastico.

Per la prima volta un’esposizione mette a confronto,

le Tre grandi opere di Michelangelo. L’originale della Pietà Bandini, da poco restaurata, e i calchi della Pietà Vaticana e della Pietà Rondanini. La pietà Vaticana e la Pietà Rondanini sono in copia, ma grazie all’allestimento e alla bellezza dei calchi potremo avere questa particolare visione delle varie fasi del lavoro del grande Michelangelo.

Le opere ci offriranno l’opportunità di studiare l’evoluzione dell’arte di Michelangelo. Nonché la sua maturazione spirituale, dalla prima giovinezza. A Roma scolpì per l’antica San Pietro l’opera giovanile. In seguito arriverà alla sua ultima stagione, quando, ormai vecchio, mise mano alla Pietà oggi a Firenze e poi alla Pietà Rondanini conservata a Milano.

Si tratta di un percorso lungo più di cinquant’anni. Un percorso che parte dal giovane che scolpì il proprio nome sul petto della Madonna della versione vaticana.  Poi all’immedesimazione personale da anziano artista, che nella Pietà Bandini raffigura se stesso nelle sembianze di Nicodemo. Prossimo alla morte Michelangelo rifletterà profondamente sulla Passione di Cristo. Sarà un percorso affascinante pieno di suggestioni.

Camelie di San Andrea in Compito – visita alla bellissima fioritura di camelie e del Paesino  Medievale di San Andrea in Compito della Lucchesia.

DA RIPROPORRE CON NUOVA DATA

SABATO 26 MARZO 2022

TUTTO ESAURITO

Camelie, PROGRAMMA:

Partenza primo pomeriggio alle ore 13,50 da Prato (Prato est) viale Leonardo da Vinci al la stazione di servizio Q8 dove c’è il Mac Donald’s

Da Firenze alle ore 14,00 . Firenze aeroporto su Viale Giovanni Luder vicino alla stazione di servizio Beyfin e poco prima dell’imbocco autostradale dove ci sono le pensiline dei pullman extra urbani.

Arrivo a San Andrea In Compito ore 15 ca, dove saremo accolti dalla Guida per la visita  dell’antico paesino di San Andrea in Compito e successivamente alla fioritura del camelieto.

Tutti  i Partecipanti saranno forniti di auricolari per migliore ascolto

La Visita prevede:

Camelie, Visita guidata al Paesino medievale di San Andrea in Compito, la chiusa, i lavatoi le ville e il Camelieto con la sua suggestiva fioritura. Possibilità di acquisto prodotti artigianali a base dei vari tipi di camelieAttraverso questo percorso il visitatore potrà ammirare le camelie più spettacolari che crescono nel Camelieto e nei giardini aperti per l’occasione. L’itinerario che effettueremo, percorrendo la via principale di Sant’Andrea di Compito, si snoda attraverso le case in pietra, piccole strade con i muri a sasso e antichi edifici tra cui la torre di segnalazione del 1300, la piccola chiesa e alcune ville sei-settecentesche. 

Percorso completamente guidato – tempo libero per eventuali acquisti .

Un percorso di grande relax,  rilassante tra colori, profumi e fragranze

 

La visita avrà luogo al raggiungimento minimo di 18 persone

Camelie, quota di partecipazione €  38,00   a persona e comprende:

 

Viaggio in Pulman da Firenze e da Prato A/R

Biglietto Ingresso alla mostra 

servizio guida per tutto il pomeriggio compresa visita guidata alla fioritura del camelieto e al paesino di San Andrea 

auricolari per migliore ascolto

Organizzazione percorso

Prenotazioni obbligatorie 

visiteguidate@associazionemarginalia.org

Oppure inviando un whatsapp al 366 4475991   

https://www.associazionemarginalia.org/

 

 

Continua la lettura

La riapertura della Cappella Palatina dopo quasi trent’anni un gioiello assolutamente da visitare, abbinato al nuovo museo delle antiche Icone Russe

VISITA GUIDATA ORGANIZZATA DA MARGINALIA Associazione Culturale

NUOVA DATA DA STABILIRE

Ritrovo davanti alla Biglietteria del Museo di Palazzo Pitti ore 16,20

La biglietteria si trova ( guardando la facciata del Palazzo) a destra

Durata del Percorso un’ora e venti minuti

Biglietto ingresso € 16,00 a persona ( biglietto alta stagione dal 1 marzo 2022)

Prenotazione obbligatoria per il sabato e la domenica € 3.00 a persona

Noleggio radio con auricolari ( obbligatori) € 1,00 a persona

(Per chi avesse gli auricolari del telefono con spinotto tondo consigliamo di portare i propri)

Servizio guida € 10,00 a persona

TOTALE 30,00 a persona

Vi aspettiamo per condividere insieme in questi luoghi inediti, un pomeriggio invernale fra storia cultura e bellezza. Un percorso da non perdere che ci arricchirà di nuove informazioni storiche artistiche.

PRENOTAZIONI SCRIVENDO O CHIAMANDO:

Whatsapp 366 4475991

visiteguidate@associazionemarginalia.org

ALCUNE INFORMAZIONI

Riapertura della Cappella Palatina a Palazzo Pitti DOPO QUASI TRENT’ANNI e APERTURA DEL Nuovo Museo delle Icone Russe

Sono 78 gli esemplari di Icone Russe della prima metà del 700 alcuni addirittura del periodo mediceo fra fine ‘500 e ‘600 allestite nel nuovo museo al piano terra di Palazzo Pitti.

E’ la collezione più antica e più grande di icone russe fuori dalla Russia.

Una collezione allestita acconto alla CAPPELLA PALATINA che per l’occasione è stata restaurata e illuminata, un percorso straordinario nella pittura russa del passato. Una mostra che ci darà anche la possibilità di ammirare spazi recuperati che per molti anno sono stati dedicati ad uffici, adesso restituiti alla funzione museale con affreschi degli anni 60 del ‘600 e degli anni 90 del ‘700.

La bellissima Cappella Palatina e i grandi capolavori dell’arte liturgica occidentale sono qui posti a dialogare con le opere liturgiche della pittura ortodossa.

La mostra, prevede inoltre molte icone di piccolo formato provenienti dalla devozione privata di famiglie russe, una collezione quindi assolutamente unica imperdibile e da visitare.

Galileo Chini e il Simbolismo Europeo’, in mostra a villa Bardini.

Visita guidata a cura di Marginalia

NUOVA DATA DA STABILIRE

Ritrovo ore 16,30 davanti all’ingresso di Villa Bardini ( da Costa a San Giorgio vicino al Forte Belvedere)

Ipartecipanti saranno microfonati per migliore ascolto. Per gli auricolari chi fosse in possesso dei propri del telefono con spinotto tondo può portare i suoi.

Durata del percorso un’ora e venti

Quota di Partecipazione € 17,00 a persona

La quota prevede il biglietto ingresso il servizio guida e il noleggio radio

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE per la mostra di Galileo Chini

scrivendo un Whatsapp o una mail:

3664475991 -viteguidate@associazionemarginalia.org

La mostra prende in esame i primi 20 anni della vita artistica di Chini. (dal 1895 al 1914 circa: dalla prima maturità fino alle soglie della Prima Guerra Mondiale). Improntati dall’appassionata adesione al clima del Simbolismo internazionale e delle istanze moderniste dell’Art nouveau, che lo resero fra i maggiori artisti italiani dell’epoca e tra i più conosciuti all’estero. Ammirato anche da artisti d’avanguardia che avrebbero rivoluzionato l’arte italiana, come Umberto Boccioni. Chini incarnava un’ideale di modernità nell’Europa di quel periodo, e partecipò con grande successo alle maggiori esposizioni internazionali (Torino, Parigi, Monaco, Bruxelles, San Pietroburgo, St. Louis).

Fra le opere esposte alcuni capolavori come i vasi “preraffaelliti” della primissima fase, alcuni capolavori presenti all’Esposizione internazionale di Parigi del 1900, il vaso a lustro rosso con alberi del 1902, il grande cache-pot con camaleonti ecc.: pezzi da annoverarsi tra i capolavori della ceramica europea di quel periodo.

Sono esposti oltre 200 pezzi fra dipinti, disegni, illustrazioni e ceramiche, in un susseguirsi continuo di legami e parallelismi fra l’artista e l’arte internazionale che lo ispirò e che spesso a lui si è ispirata.
Sono presenti opere dell’ambiente artistico tra simbolismo francese e mitteleuropeo, tra preraffaellismo e secessioni, che vede intrecciare il percorso di Chini con quello di artisti come Auguste Rodin, Gustav Klimt e tanti altri

Il Museo GUCCI. L’arca di Noè salverà la moda

NUOVA DATA DA STABILIRE

visita guidata al nuovo e stupefacente allestimento del Museo GUCCI

Ritrovo: ore 16,55 davanti al Museo

Tutti i partecipanti saranno microfonati per migliore ascolto

Biglietto ingresso al Museo € 8,00 intero ridotto € 7,00

Over 65 Studenti e minori di 18 anni biglietto ingresso gratuito

Noleggio radio € 1,00 a persona

Servizio guida € 10,00 a persona

Totale a persona salvo riduzioni o gratuità per over 65 e studenti o minori di 18 anni il prezzo è di € 19,00

Prenotazioni e informazioni:

Whatsapp 3664475991 – mail: visiteguidate@associazionemarginalia.org

Vi accompagneremo in un percorso dedicato alle varie campagne promozionali pubblicitarie dell’azienda GUCCI realizzate dal direttore artistico Alessandro Michele.

Un percorso bizzarro che ci darà spunti interessanti per conoscere a fondo la nuova idea di moda Ispirata dal particolare fascino di Gucci per il mondo naturale, le immagini rappresentano una comunità rurale in cui gli animali e le persone coesistono in armonia.

La natura, la flora e la fauna selvatica sono particolarmente importanti per Gucci, che dal 2018 si impegna ad essere ad emissioni zero lungo tutta la sua catena di fornitura. Nel febbraio 2020 Gucci ha aderito a The Lion’s Share Fund, Il fondo azionario del leone, un’iniziativa unica nel suo genere che raccoglie i fondi necessari per proteggere le specie a rischio e i loro habitat naturali.

La mia idea di moda, ha a che fare con l’imperfezione, non con la perfezione, perché la perfezione a che fare con l’errore. Prendi Roma. Quando ci vivi, quando ci nasci, tutto ti sembra simmetrico. Ogni via, ogni palazzo sembrano disegnati, sembrano vivere in una simmetria. Poi ti giri e d’un tratto trovi l’errore, un edificio che non c’entra nulla, qualcosa che guasta tutto. In quello sta la grandezza della città, nella prospettiva che l’errore mette nella bellezza. È come il vintage che io uso come linguaggio per dare prospettive nuove al bello. Chi ha detto che per essere moderni bisogna cancellare tutto? Il fattore inquinante per me è fondamentale…” (intervista raccolta da Simone Marchetti, d.Repubblica.it).

8 MARZO (martedi) Vi aspettiamo DALLE ORE 19:30 in poi per un percorso a tre voci a Firenze al Palazzo che fu di Sforza Almeni, consigliere di Cosimo I de Medici a Firenze, oggi Museo dei Medici in via de Servi:

SARA’ CON NOI IL PROFESSOR DAVIDE CASAROSA.

PRENOTAZIONI Per l’8 Marzo OBBLIGATORIE

Whatsapp di Marginalia 3664475991

Oppure visiteguidate@associazionemarginalia.org

https://www.associazionemarginalia.org/

Dopo il percorso sarà organizzato per tutti all’interno del Museo un Ottimo apericena: con sedute per tutti:

La serata inizierà con la visita al museo ed alla mostra sulla moda medicea.

Al termine si serviranno le seguenti portate:

Menù MEDICEO

– Crocchette di sedano Ippolito de’Medici 

– Biscotti al formaggio Lucrezia Tornabuoni

-Fagottini di pollo con spezie e zenzero Lucrezia Donati 

– Crostini di barbugliata di uova e noce moscata Marguerite d Orleans

-Pan Pepato dell’Elettrice Palatina: il dolce preferito da questa donna eccellente, a base di miele e spezie pregiat

-Finocchiona e Prosciutto fiorentini

-Schiacciata all’olio e pane

Il tutto accompagnato dai quattro vini dell’ Editto di Cosimo III del 1716

Chianti Classico 

Rufina  Chianti

Val d’Arno Superiore Chianti 

Carmignano DOC 

Al termine della serata sarà donato un ricordo alle signore. 

Il prezzo a persona tutto compreso è di 42,00 €.

DA NON PERDERE

Un percorso sulla moda di Casa Medici. Un affascinante percorso che ci farà ammirare abiti molto pregiati. Ricostruiti appositamente per l’occasione della Fondazione dell’arte della Seta Lisio di Firenze.

L’intento di preservare la produzione del tessuto artistico di seta e impedirne l’estinzione mantiene costante il carattere distintivo della storica manifattura. Una selezione di tessuti storici realizzati su modelli ricavati da reperti originali e tratti dall’archivio storico Lisio illustrano insieme agli abiti l’evoluzione della moda fiorentina tra Rinascimento e Barocco. Un dialogo che converge e si concretizza in una creazione confezionata appositamente per l’esibizione. 

Ad arricchire le creazioni di Fabio Lo Piparo,

inoltre contribuisce la Tharros Bijoux che da ormai venti anni realizza gioielli, ed oggetti artistici per produzioni e allestimenti teatrali. Cinema, sfilate di moda e servizi fotografici internazionali. La Tharros è stata infatti scelta per la fornitura di tutti i gioielli degli attori della seconda stagione della serie tv “I Medici”.

Oltre a questo inconfondibile stile e la straordinaria capacità di riprodurre fedelmente meravigliosi gioielli rappresentati nelle opere di celebri artisti hanno reso possibile importanti collaborazioni.

Infatti dopo gli anni passati nei mercati e nelle fiere in tutta Italia, in Europa e in Oriente, alla ricerca di nuovi stimoli, nuovi profumi e tendenze, tanta la curiosità e il lavoro da artigiano, hanno portato Carlo Amato nella culla del Rinascimento. Firenze, la “città delle arti e dei mestieri”. Per non parlare delle tante persone che hanno collaborato all’arricchimento di questo splendido progetto, tante le mani che hanno preso in mano le pinze, ma solamente quelle di Carlo Amato sono rimaste con la stessa passione a lavorare il metallo e a curare ogni minimo dettaglio della produzione. 

JEFF KOONS – SHINE, mostra a Palazzo Strozzi con Marginalia

ULTIME VISITE GUIDATE

DOMENICA 30 LA MATTINA ALLE ORE 11:00 POMERIGGIO ORE 15

PRENOTAZIONI APERTE

Marginalia vi porta nel magico mondo di JEFF KOONS all’interno di Palazzo Strozzi a Firenze

Ritrovo ore 18,50 all’interno di Palazzo Strozzi davanti a Bottega Strozzi

qui sarete microfonati e muniti di biglietto

Massimo 20 persone per gruppo

Quota di partecipazione € 24 a persona

La quota comprende: Biglietto ingresso e prenotazione- noleggio radio con auricolari – servizio guida

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE

IL PRIMA POSSIBILE PER PRENOTARE GLI INGRESSI NELLE DOMENICHE

SCRIVENDO A : visiteguidate@associazionemarginalia.org 

Oppure inviando un Whatsapp al 366 4475991

Le opere di Jeff Koons

sono veri prodigi di resa tecnica. Inoltre sono pesantissime sculture camuffate da leggerissimi gonfiabili degli anni duemila, come Dolphin, Lobster e Hulk.

Ammirando le opere durante il percorso ci troveremo difronte aun’illusione, a un trompe-loeilal punto da essere quasi tentati di toccare con mano la materia. Come nelle storie di Plinio il Vecchio, gli uccelli volatilivolati a beccare gli acini dipinti da Zeusi.

Questi artifici ricordano le esecuzioni impossibili che ammaliavano le folle, come il gigantesco ercole scolpito nel ghiaccio dal giovane Michelangelonel cortile di Palazzo Medicio il leone di San Marco plasmato nel burro da Antonio Canova bambino.

L’artista, come nei così detti inganni, dell’arte del passato,

finge materiali diversi, ma invece di simularne di più pregiati, ci fa apparire leggere e dozzinali sculture metalliche di raffinata costosissima per di più di complessa esecuzione.

Vi aspettiamo per condividere insieme un pomeriggio. Immersi in un mondo di opere contemporanee di un artista bizzarro e geniale. Dove opere dall’aspetto soprannaturale vengono rinnovate tecniche di lavorazione tradizionali con un’attenzione particolare ai differenti materiali utilizzati per raggiungere la forma perfetta. Pur delegando l’esecuzione a professionisti ultra specializzati, l’artista dedica alle opere un’attenzione maniacale dalla fase progettale alla fase finale. Veri capolavori della meraviglia quasi fiabesca che incontreremo durante il percorso.

VISITA GUIDATA GRATUITA PER I SOCI

NUOVA DATA DA STABILIRE

Commesso Fiorentino, visita al laboratorio artigiano più importante di Firenze, con un’esperto di pietre dure, smalti e intagli, nel laboratorio di Santa Croce a Firenze.

“Il Commesso fiorentino, dalle origini ai giorni nostri”.


Punto d’incontro davanti alla facciata di San Lorenzo, introduzione alla storia della tecnica dalla Cappella dei Principi in San Lorenzo, per poi passare dalla Cattedrale, dove vedremo parte delle tarsie marmoree esterne che decorano la chiesa. Di seguito continueremo verso Piazza Santa Croce, dove termineremo con la visita del laboratorio e della bottega storica “Lastrucci”, tutt’oggi specializzata nella lavorazione del Commesso in pietra.

Il laboratorio ha sede negli ambienti attigui all’antica chiesa di San Francesco dei Macci, dove un tempo qui era pala d’altare la bellissima Madonna delle arpie che tante volte, con molti di voi abbiamo ammirato agli Uffizi.

RITROVO IN PIAZZA SN LORENZO FIRENZE ORE 11,00 sarà una bellissima mattinata da trascorrere insieme.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE GRATUITO per i soci in regola con la tessera associativa 2022

per tutti gli altri € 10,00 A PERSONA COMPRESO SISTEMA RADIO PER MIGLIORE ASCOLTO

Bambini sotto i 12 anni gratuito

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE ( Posti Limitati)

scrivendo o chiamando Marginalia ai seguenti contatti:

Whatsapp 3664475991 – visiteguidate@associazionemarginalia.org . messenger dalla ns pagina Facebook

https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Marginalia vi porterà alla scoperta di uno dei laboratori più famosi di Firenze per la realizzazione del Commesso fiorentino. Un luogo dove ancora oggi si respira un’atmosfera antica, fatta di passione, sapere e volontà.

Scegliere di fare con noi questa esperienza sarà come tornare indietro nel tempo. I bravi artigiani ci racconteranno la storia la tecnica e tante curiosità.

Vi aspettiamo per condividere un pomeriggio d’arte bellezza e armonia.

Breve storia

Nella Firenze medicea di fine cinquecento iniziò a diffondersi l’antica tecnica del commesso fiorentino detto anche mosaico fiorentino.

Una tecnica in grado di ottenere attraverso l’accostamento di pietre colorate semi preziose, effetti cromatici che potevano essere scambiati per pitture.

Il massimo splendore di questa tecnica lo si deve al gran duca Ferdinando I che fonderà nel 1588 l’Opificio delle pietre dure, una manifattura che avrebbe dovuto realizzare e creare le maestranze necessarie al rivestimento dell’imponente cappella detta dei principi. Cappella che conservava i resti degli ultimi esponenti della famiglia Medici e completamente decorata con opere in commesso fiorentino.

La tecnica potrebbe sembrare simile al mosaico ma non lo è. A differenza del mosaico infatti, dove le pietre vengono tagliate seguendo forme geometriche, per il commesso fiorentino seguono le linee del disegno preparatorio adoperando il filo metallico. Le pietre così preparate vengono incastrate tra loro come in un puzzle e incollate sulla superficie di supporto. Si termina il lavoro con la lucidatura della superficie.

Vi aspetto amici in questo luogo fiorentino che da generazioni porta avanti l’antica tecnica realizzando opere straordinarie.

Un pomeriggio nel laboratorio di commesso fiorentino che vi farà tornare indietro nel tempo e apprezzare questa preziosa e antica tecnica di lavorazione delle pietre. Oltre a questo ci saranno date spiegazioni dai maestri artigiani e per di più una visita guidata tra le opere più preziose.

FOTO DI SILVANO CINELLI ©

Opera realizzata dal laboratorio Lastrucci
Interno del laboratorio, esposizione
Un momento della lavorazione
Spiegazione del lavoro preparatorio