“La Sfida della Settimana” – Rubrica settimanale a cura di Marginalia

che sarà gestita all’interno della pagina Facebook IN CENTO RIGHE abbinata all’omonimo concorso letterario.

Alla pagina Facebook IN CENTO RIGHE si può accedere cliccando su questo link: https://www.facebook.com/InCentoRighe/?ref=bookmarks

PER ULTERIORI INFORMAZIONI scrivere a concorsiletterari@associazioneamrginalia.org

Agli amici, ai soci e ai partecipanti dei concorsi e iniziative di Marginalia…

            Carissimi amici,

per ingannare il tempo da qui alla scadenza del concorso IN CENTO RIGHE (che, ricordiamo, è fissata per il prossimo 30 giugno, abbiamo ideato alcuni giochi letterari per divertirsi un po’ fra di noi e, come dire, arrotare le penne e oliare le tastiere.

E per questo, con spirito giocoso, vi invitiamo tutti a partecipare alla grande

SFIDA DELLA SETTIMANA!

DI CHE SI TRATTA?

Si tratta di scrivere ICIPIT cortissimi al massimo dieci righe, usando lo stile che vi è più congeniale, e rispettando il tema che noi proporremo, per esempio: incipit di un giallo, di una storia d’amore, scena madre di una storia d’amore, Incipit di un racconto d’avventura.

            Si dovrà inviate il tutto a: concorsiletterari@associazionemarginalia.org, i brani saranno tutti postati sulla pagina e, prima della sfida successiva, la giuria di In Cento Righe proclamerà il Vincitore della Settimana!

Cosa si vince? La gioia di esserci e condividere con gli altri bei momenti, ma soprattutto la lettura e la motivazione della giuria di IN CENTO RIGHE.

Ci auguriamo che questa sfida, trovi riscontro in tanti autori.

 PER LA SFIDA DELLA QUINTA SETTIMANA

partirà da domenica 24 a giovedi 28 MAGGIO E’ RICHIESTO UN INCIPIT

DI UN RACCONTO FANTASY

Potrete inviare i vostri incipit dalla domenica di partenza della sfida al GIOVEDI successivo – poi il responso della giuria

Forza seguiteci sulla pagina facebook: https://www.facebook.com/InCentoRighe/?ref=bookmarks

CHI PARTECIPA DEVE INVIARE UNA SUA FOTO IN FORMATO JPG MASSIMO 2 MEGA BYTE

VINCE LA SFIDA DELLA QUARTA SETTIMANA

GIUSEPPE PUGLIESE con l’INCIPIT di un racconto storico

Carissimi amici, carissimi scrittori,
ed anche per questa settimana la nostra giuria di IN CENTO RIGHE ha proclamato il vincitore dell’ICIPIT per questa quarta settimana di sfida.
Dobbiamo dire che la giuria si diverte moltissimo in queste brevi letture dell’incipit e che per tutti ha sempre qualcosa di bello da sottolineare e commentare, quindi anche se alcuni di voi non saranno sul podio, hanno comunque vinto per simpatia, voglia di giocare e senso della condivisione, la cosa più importante. Grazie a tutti vi aspettiamo per la prossima

INCIPIT di GIUSEPPE PUGLIESE

Ha trentatré anni Charles Barrimore, un’età già matura quando, nel 1810, lascia la Francia per affrontare quello che per i letterati dell’epoca era un classico: il viaggio di istruzione in Italia. Parte e rimbalza tra le corti di Torino e Venezia, si trasferisce da Firenze a Roma, sino ad approdare, Dio solo sa come, sull’isola di Procida. Qui si innamora della figlia di un umile pescatore. L’unione, travagliata sin dall’inizio, non sarà felice e lei lo lascerà per assecondare la sua vocazione ed entrare in convento. Tra mille rimpianti tuttavia Charles troverà la forza per riprendere il suo viaggio alla volta della Sicilia. Ma le sue impressioni, lo sguardo con cui affronterà il mondo, l’atteggiamento con cui fronteggerà la vita non sarà più lo stesso. Su tutto vincerà il disincanto. Di questo ed altro ti narrerò o lettore, se solo avrai la bontà di seguirlo, insieme a me, nel suo peregrinare.

Motivazione della Giuria di In Cento Righe per Giuseppe Pugliese

Ma bravo Giuseppe, un incipit davvero impeccabile, sicuro deciso e dritto al tema che si intuisce, vorrai trattare. Perché non ce lo sveli inviando il racconto completo al concorso di IN CENTO RIGHE ?
Ci è piaciuto il tuo linguaggio deciso, è stata inserita subito la data per introdurre il lettore in un’altra epoca e catapultarlo nell’interessante viaggio del protagonista.
Bravo Giuseppe, farai lo scrittore da grande?

La Giuria di In Cento Righe

VINCE LA SFIDA DELLA TERZA SETTIMANA

ANTONELLA ARCANGELI con l’INCIPIT di un racconto di avventura

Ancora una volta una scelta a dir poco difficile, ma alla fine all’unanimità il responso è stato unanime per la nostra Antonella Arcangeli a cui va tutta la nostra stima.

INCIPIT di Antonella Arcangeli

Era piu di un’ ora che se ne stava acquattato nell’erba alta, le unghie affondate nel fango.  I muscoli ed i nervi erano tesi e pronti a scattare come quelli di un animale che aspetta di attaccare la sua preda. Il mento era appoggiato a terra e l’odore acre della vicina palude era arrivato alle sue narici provocandogli una smorfia di disgusto. Il puzzo era insopportabile, ma doveva assolutamente resistere; i suoi occhi celesti ridotti ad una fessura sottilissima  osservavano l’orizzonte senza perdere un secondo. La tensione era palpabile, la sua mano destra si abbassò ed andò a controllare che il coltello fosse al suo posto. Un rumore sordo, seguito da un violento colpo alla sua destra lo fece scattare. Il dolore gli tolse il fiato,  un pezzetto di cielo azzurro che filtrava tra le chiome di un albero furono l’ultima cosa che vide prima di svenire.

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA

Le storie di avventura non sono semplici da scrivere, devono tenere alta la suspense durante tutto il racconto e le ambientazioni poi devono assolutamente risultare visive ed insieme al desiderio di non veder l’ora di arrivare alla fine c’è la trama, il filo conduttore che non può certo non tenere il passo.

Tutto questo si percepisce anche da un buon incipit e quello di Antonella Arcangeli ci è sembrato per questa terza sfida il migliore.

Un incipit corretto si ha subito l’idea che qualcosa di avventuroso stia per accadere, non potrebbe non essere così; “…un pezzetto di cielo azzurro che filtrava tra le chiome di un albero furono l’ultima cosa che vide prima di svenire.”

Un linguaggio semplice, corretto, gradevole che nelle storie di avventura rendono meno ansiosa e più piacevole la lettura.

Vogliamo assolutamente conoscere il seguito quindi a questo punto non puoi esimerti.

Brava Antonella, un ottimo voto per te!

La Giuria di In Cento Righe

VINCE LA SFIDA DELLA II° SETTIMANA PER l’INCIPIT DI UN THRILLER:

GRAZIANO ZAMBARDA

…è’ stata molto, ma molto, dura arrivare ad una scelta, fra gli ottimi incipit che ci sono arrivati.
Ma il vincitore può essere solo uno, e pertanto, squilli di tromba e rulli di tamburi, il vincitore della Sfida della settimana per incipit di thriller è Graziano Zambarda:

“L’Amaro del caffè”

Si passò la lingua sugli incisivi e succhiò saliva. Amava risentire l’amaro del caffè appena bevuto. Guardava dalla finestra, lo sguardo inghiottito dalla bambagia grigiastra che avvolgeva palazzi senza vita. Non sembrava neppure pioggia quella che cadeva, piuttosto umidità che si condensava: il sudore di una città in affanno. «È stato il marito» disse. Non ottenne risposta. Sì, pensò, solo odiando ferocemente una persona la si può ridurre così. E solo dividendo con lei tutti i giorni e tutte le notti si può covare un odio simile: un odio che i riti quotidiani fanno montare come la panna.

Si costrinse a distogliere lo sguardo dalla finestra, riguardò il cadavere. Da sotto i resti di un kimono a brandelli che doveva essere sembrato un pesco in fiore, sbucava una caviglia cinta da una cavigliera formata da campanellini colorati, chiusa da un minuscolo lucchetto. Nonostante lo scempio provocato dalle coltellate e la posizione sbilenca, la bellezza della donna era accecante.

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA

La prosa costruita sulle percezioni che coinvolgono i sensi, gusto, vista, ci proiettano nella mente di un uomo che sta osservando la scena di un crimine, sicuramente un ispettore di polizia, facendoci osservare con i suoi occhi e percepire con i “suoi” sensi, rendendo il tutto vivido e reale, come la descrizione della donna morta, che l’autore con solo tre pennellate ci ha delineato, rendendola vera e tratteggiandola perfettamente. Con questa scrittura così “visiva”, ci siamo così ritrovati immersi nella storia con tutte le scarpe e … ci è sembrato quasi di avvertire in bocca l’amaro del caffè!

Ti aspettiamo alla vera sfida di IN CENTO RIGHE!!! Bravo Graziano davvero!

VINCE LA SFIDA DELLA I° SETTIMANA PER L’ ICIPIT DI UNA STORIA D’AMORE:

CINZIA DELLA CIANA

Dobbiamo dire che la scelta non è stata facile, perché gli incipit erano tutti quanti di ottima qualità. La Giuria ha voluto premiare, in questo caso, il carattere di originalità. 

Questione di feeling

Senza dubbio non ti guardava. Era rimasto tutto il tempo fermo al primo tavolino sulla strada col sigaro in mano e gli occhiali a specchio che abbagliano. Dietro alle lenti lo sguardo chissà dov’era. Perso dietro al fumo che non accendeva. Ma senza dubbio non ti guardava. Eppure il dubbio lo alimentava se ogni tanto inspirava più forte e mandava indietro la nuca, come ad attirare la tua attenzione senza concedersi. Ma se li avesse messi apposta? Cioè dico se li avesse indossati per avere la regia di quella scena e delle prossime? Magari non ti guardava, ma sapeva dove voleva che tu indirizzassi lo sguardo.

– Ti puoi togliere gli occhiali?

Non ci potevi credere quando li calò leggermente sulla punta del naso. Il narciso si era concesso. Ma non ti aspettavi che fossero banalissimi occhi marroni e anche piccoli per giunta.

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA:

L’incipit della storia d’amore “questione di felling” di Cinzia della Ciana,

determina sicuramente un inizio promettente per una storia, audace provocatorio, di quelli che ci lasciano un sorriso prima di chiudere il libro pensando se sia o no il caso di comprarlo e di continuare la lettura.

Ci è piaciuto il tono dinamico e scherzoso, privo di retorica e sicuramente non banale.

Complimenti Cinzia facci saper il finale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *