La LUNA di giorno, al tempo dell’ASTROLABIO, una passeggiata storica per il ciclo “Arte e Letteratura in Giardino”. A cura di Marginalia Associazione Culturale, con il Professor Davide Casarosa ed Elena Diacciati

DOMENICA 16 MAGGIO ore 16:00

Ritrovo ore 16,15 nel Giardino a Poggio Imperiale ( Firenze) vedi foto sotto.

Chiunque può portare come sempre una copertina. Un cuscino o un piccolo sgabellino da campeggio. Nei dintorni possibilità di ampi parcheggi gratuiti.

Parleremo di un affascinante argomento. La luna, astri e stelle visibili anche di giorno. Le grandi scoperte, strumenti scientifici.

Vi aspettiamo per un pomeriggio all’insegna dello stare insieme condividendo cose belle.

Quota di partecipazione € 11,00 a persona compreso noleggio radio con auricolari. Ragazzi fino a 12 anni gratuito

Per chi ne è in possesso chiediamo di portare i propri auricolari del cellulare. Quelli con spinotto tondo. Eviteremo così tanto spreco di plastica. In alternativa gli forniremo noi.

Percorso pianeggiate adatto a tutti.

Durata del percorso un’ora e trenta minuti.

Nel caso in cui dovesse piovere, l’evento viene rimandato alla settimana successiva.

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE.

scrivendo a:

Whatsapp : 366 4475991 

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

SEGUICI ANCHE SU:

https://www.associazionemarginalia.org/

Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Instagram: https://www.instagram.com/marginalia_ass.culturale/

YUO TUBE: Associazione Culturale Marginalia

Guercino, Endimione (1647; olio su tela, 125 x 105 cm; Roma, Galleria Doria Pamphilj)
Artemisia Gentileschi, Allegoria dell’Inclinazione, 1615-1616, Casa Buonarrori, Firenze
Cristofano Allori – Cosimo II (1608-1618)
Galileo Galilei

Passeggiata storica con Apericena finale

Partiremo dal Giardino di Martin Lutero su Lungarno Torrigiani, per arrivare alla grande pala d’altare del Pontormo all’interno di Santa Felicita. Concluderemo, per chi vorrà restare, con un apericena al Bar Pizzeria Galleria in via Guicciardini. ( in massima sicurezza nel rispetto delle norme imposte)

SABATO 8 MAGGIO ore 16,20

Ritrovo ore 16,20 al Giardino Martin Lutero su Lungarno Torrigiani 3

Quota di partecipazione € 11,00 a persona

Bambini gratuito fino a 12 anni

Tutti i partecipanti saranno microfonati – necessaria la mascherina

Nel periodo in cui era in corso il Concilio di Trento e durante il quale operarono artisti importanti come PONTORMO, assistiamo ad un fenomeno decisamente nuovo nella pittura sacra. Alla fine del percorso dal Giardino Martin Lutero , il lungarno Torrigiani, entreremo nella chiesa di Santa Felicita e visiteremo la pala di Pontormo.

Dopo la passeggiata storica che si concluderà verso le ore 18 proponiamo un apericena (ma solo per chi vorrà restare)

Essendo il periodo che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo, difficile per tutti, per dare una mano ai nostri amici ristoratori, ci ritroveremo al Bar Pizzeria Galleria in via Guicciardini, proponendo con l’apericena la conclusione della serata. Nel caso in cui ci fosse un po’ di pioggia, il locale pure essendo all’ aperto è coperto. Inoltre le distanze fra i tavoli sono regolamentari, max 4 persone per tavolo se congiunti.

Il costo dell’apericena sarà di € 8,00 a persona e comprenderà pizze, crostini, patatine, frittatine e tanto altro con un splitz o altra bevuta a persona e sangria a volontà.

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE

scrivendo a:

Whatsapp : 366 4475991 

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

SEGUICI ANCHE SU:

https://www.associazionemarginalia.org/

Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Instagram: https://www.instagram.com/marginalia_ass.culturale/

NUOVA DATA DA STABILIRE

Per la rassegna ” ARTE E LETTERATURA IN GIARDINO” all’ interno del Giardino delle Rose di Firenze a Piazzale Michelangelo con Marginalia,

SIMONE GUAITA presidente della Fontazione Il Bisonte

ci farà un affascinante racconto della famosa stamperia IL BISONTE creata Maria Luigia Guaita.

Introduzione a cura di Fiammetta Michelacci

Ritrovo al Piazzale Michelangelo Ritrovo ore 16,10 (all’angolo del blu bar del Piazzale Michelangelo dove ci sono le scalette per scendere al Giardino). Vedi foto in fondo all’articolo.

Serve parlare di positività. Parleremo di donne e uomini che ci hanno insegnato con determinazione, coraggio e creatività e a vivere. Vivere una vita degna di essere vissuta anche quando le avversità arrivano.

Sarà da uno dei terrazzi più belli della città di Firenze che Domenica 2 Maggio ci incontreremo. Parleremo di “MARIA LUIGIA GUAITA” e della storica stamperia IL BISONTE di Firenze.

Sarà con noi eccezionalmente, in qualità di Relatore, Simone Guaita. Nipote di una delle donne più determinate e creative del nostro ‘900 italiano Maria Luigia Guaita appunto.

Vi aspettiamo alle ore 16,10 al GIARDINO delle Rose di Firenze. Condivideremo in un paradiso di rose e arte, un racconto bellissimo.

Quota di Partecipazione € 11,00 a persona. Bambini gratuito

Tutti i partecipanti saranno microfonati per migliore ascolto.

Consigliamo l’utilizzo dei propri auricolari del cellulare, con spinotto tondo. In tal modo eviteremo più inquinamento.

Necessario l’utilizzo della mascherina.

Consigliamo a tutti di portare una copertina o un piccolo cuscino.

Durata del percorso un’ora e venti minuti ca

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE scrivendo a:

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

Oppure scrivi un whatsapp al 366 4475991 

https://www.associazionemarginalia.org/

SEGUICI anche su Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Instagram: https://www.instagram.com/marginalia_ass.culturale/

YOU TUBE: Associazione Culturale Marginalia

LUOGO DI RITROVO. Piazzale Michelangelo dove indica la freccia a fianco del Blu bar dove ci sono le scalette che scendono al giardino.

 

Simone Guaita. All’interno della Stamperia Il Bisonte e Presidente della Fondazione Il Bisonte

 

Arte e letteratura in giardino al Giardino delle Rose

 

 

 

Arte e letteratura in giardino al Giardino delle Rose

Arte e letteratura nel giardino della Villa Medicea di Poggio a Caiano

DATA DA DEFINIRE

Con Marginalia faremo un percorso all’interno del Parco della Villa Medicea di Poggio a Caiano raccontando la storia del parco e la villa. Faremo quindi un racconto su Lorenzo de Medici detto il MAGNIFICO e l’ Accademia Platonica.

RITROVO ORE 15,30 davanti al cancello della Villa Medicea.

Necessario l’utilizzo della mascherina.

Tutti i partecipanti saranno microfonati per miglior ascolto.

Tutti i partecipanti sono invitati a portare una piccola copertina o un cuscino per sedersi nel parco nella fase finale della visita, per il racconto.

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE scrivendo a:

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

Oppure scrivi un whatsapp al 366 4475991 

https://www.associazionemarginalia.org/

SEGUICI anche su Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Instagram: https://www.instagram.com/marginalia_ass.culturale/

YOU TUBE: Associazione Culturale Marginalia

L’accademia neoplatonica di Firenze nel 400 è il centro culturale rinascimentale.

Accademia platonica fiorentina  fu una cerchia di umanisti fiorentini. Si riunivano  attorno a Marsilio Ficino nella villa di Careggi. La villa fu donata da Cosimo de’ Medici nel 1462 al filosofo. Questo gli permise di studiare e di tradurre alcune opere di Platone. Ficino, per il suo culto di Platone, aveva chiamato la villa Academia charegiana. Nata da libere riunioni di umanisti, l’Accademia fu essenzialmente un centro di cultura. Infatti fu uno dei primi esempi di accademia moderna, sorta dalle nuove condizioni di vita intellettuale e sociale.

Si organizzavano convegni attorno a dotti e a mecenati.

Secondo Marsilio Ficino alle riunioni dell’Accademia partecipavano. Agnolo Poliziano e Pico della Mirandola. Per di più Francesco Cattani da Diacceto e pure Giuliano e Lorenzo de’ Medici. Inoltre ci furono giuristi, medici, sacerdoti, poeti e musicisti. Il modello cui Ficino si ispirava era quello del Simposio platonico. Fu fortemente influenzata da Ficino e dal suo tentativo di conciliare platonismo e cristianesimo. In seguito alla morte del filosofo l’Accademia decadde. Alla guida subentrò il discepolo più fedele. Cattani da Diacceto, e come tale ebbe sede delle adunanze negli Orti Oricellari. Luogo donato da Bernardo Rucellai. In seguito sarà sciolta nel 1522. Infatti molti dei suoi membri si trovarono coinvolti nella congiura contro il cardinale Giulio de’ Medici.

Servizio foto di Silvano Cinelli

Percorso per bambini e famiglie alla scoperta della casa e le strade della famiglia Medici. Un divertente percorso che ci farà conoscere la storia di questi importanti personaggi.

SABATO 26 OTTOBRE ORE 16,30

Ritrovo in P.za San Lorenzo davanti alla chiesa portone centrale ore 16,20

percorso per bambini e i loro genitori

Sarete tutti muniti di auricolari per migliore ascolto

Il percorso durerà un’ora e un quarto

consigliamo scarpe comode

Prenotazioni obbligatorie scrivendo o chiamando

366 4475991 

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

Chi erano i Medici? Una famiglia di Firenze famosa ancora oggi per il grande contributo che ha dato allo sviluppo delle arti e della cultura in. La famiglia dei Medici di Firenze era riconosciuta in tutta Europa, tra il XV e il XVIII secolo, perché è stata in grado di trasformare il ducato in un polo di attrazione per artisti dal talento fuori dal comune e altre famiglie aristocratiche. Quadri di inestimabile valore, libri e innovazioni scientifiche hanno dato grande lustro a Firenze, riconosciuta ancora oggi come una delle città d’arte più rinomate nel mondo; una città dove i Medici hanno lasciato la loro “impronta personale” con uno stemma che si può trovare su diversi edifici.

Arte e Letteratura in Giardino

DOMENICA 25 APRILE ORE 16,00

Ritrovo ore 16,00 all’ingresso del Parco della Pace di Porta Romana oggi rinominato il giardino dei Gran Duchi-

Passeggiata e racconto storico

Quota di Partecipazione € 11,00 a persona

Ragazzi fino a 13 anni gratuito

Tutti i partecipanti saranno microfonati per migliore ascolto

Consigliamo l’utilizzo dei propri auricolari del cellulare con spinotto tondo. Lo chiediamo per un minor inquinamento, poichè una volta utilizzati, tutti gli auricolari gli dovremo buttare.

Nel caso non ne foste forniti, provvederemo noi.

Necessario l’utilizzo della mascherina

Per chi vorrà potrà portarsi una micro sedia da campeggio, per chi non vuole o non è provvisto ci accomoderemo sulle panchine, consigliamo di portare magari una copertina o un piccolo cuscino da utilizzare sulle panchine o sul Prato.

Durata del percorso un’ora e venti minuti ca

VI ASPETTIAMO IN TANTISSIMI!!!

Possibilità di parcheggio libero nei dintorni. Oppure a pagamento al parcheggio all’interno delle mura che costeggiano il Viale F. Petrarca

Marginalia vi propone un interessante incontro con passeggiata e seduta d’ascolto nel Parco della Pace di Porta Romana.

Qui inizieremo il nostro ciclo di incontri settimanali dedicati alle grandi donne e uomini di ieri e di oggi.

Domenica 25 vi parleremo della nascita del Parco della Pace della scuola qui presente e del Giardino di Boboli. Ma sopratutto vi parleremo di Boccaccio e come in tempi simili a quelli che anche noi viviamo, sia riuscito a sfuggire al contagio della peste grazie all’arte e alla natura.

Seguiteci e non ve ne pentirete. Oltre a questo serie di immagini storiche documenteranno il percorso e molto di più.

Il percorso, come nello stile di Marginalia sarà condotto da due relatori.

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE scrivendo a:

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

Oppure scrivi un whatsapp al 3664475991

https://www.associazionemarginalia.org/

SEGUICI anche su Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Instagram: https://www.instagram.com/marginalia_ass.culturale/

YOU TUBE: Associazione Culturale Marginalia

FUORI e dentro A MUSEI, PALAZZI e GIARDINI con Marginalia è un percorso innovativo a cui vi invitiamo a partecipare

NUOVA DATA DA DEFINIRE – ORE 16,00

Ritrovo Ore 16,00 su Ponte Vecchio sulla terrazza dove c’è il busto di Benvenuto Cellini.

Quota di partecipazione comprensiva di noleggio sistema radio per migliore ascolto

€ 11,00 a persona

Ragazzi fino a 12 anni gratuito

Sarà necessario l’utilizzo della mascherina

Percorso facile adatto a tutti, durata massima un’ora e venti minuti

Consigliamo l’utilizzo dei propri auricolari del cellulare con spinotto tondo. Lo chiediamo per un minor inquinamento. In ogni caso se non ne foste provvisti gli avremo noi.

Nel caso non ne foste forniti, provvederemo noi.

________________________________________________________

Visiteremo alcune chiese durante il nostro percorso, soffermandoci su opere e personaggi.

Vi racconteremo storie fantastiche di uomini e donne. che in questi luoghi vissero e resero grande Firenze entrando 😜 dentro a musei bellissimi .

Entreremo nel Corridoio Vasariano, nella galleria Palatina e nel Museo degli Argenti, Boboli e tanto di più! Non ci credi? Vieni con noi 😜 😜 😜

Visiteremo la chiesa di Santa felicita e di San Felice inoltre ci affacceremo sul rondò di Bacco e tanto di più ci aspetta per meravigliarci insieme.

 

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE scrivendo a:

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

Oppure scrivi un whatsapp al 3664475991

https://www.associazionemarginalia.org/

SEGUICI anche su Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Instagram: https://www.instagram.com/marginalia_ass.culturale/

YOU TUBE: Associazione Culturale Marginalia

Tutti FUORI e dentro agli UFFIZI con Marginalia

è un percorso innovativo a cui vi invitiamo a partecipare

NUOVA DATA DA DEFINIRE – ORE 16,00

Ritrovo Ore 16,00 davanti alla Loggia dei Lanzi sotto la statua del Perseo di B Cellini.

Quota di partecipazione comprensiva di noleggio sistema radio per migliore ascolto 🎧 € 11,00 a persona

Ragazzi fino a 12 anni gratuito

Sarà necessario l’utilizzo della mascherina

Percorso facile adatto a tutti, durata massima un’ora e mezzo

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE

scrivendo un whatsapp al 366 4475991

Oppure scrivendo a: visiteguidate@associazionemarginalia.org 

https://www.associazionemarginalia.org/

SEGUICI ANCHE SU: 👇

Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Instagram: https://www.instagram.com/marginalia_ass.culturale/

abbiamo aperto da poco anche il canale

YOU TUBE: Associazione Culturale Marginalia

seguici anche qui se ti va e se ti piacciono i nostri video lascia un like e magari iscriviti al canale. Grazie mille 😀 🙏

Gli Uffizi sono uno dei musei più importanti e belli del mondo. Tante persone ogni anno, prima della pandemia, riempivano le sale dove sono custodite le opere dei grandi maestri del rinascimento e non solo. Con Marginalia, visto che da troppo tempo ormai siamo fuori da questi ambienti dell’arte, storia e bellezza, abbiamo deciso di tornarci domenica 18 aprile con una modalità del tutto nuova e divertente 😀 . Un’occasione che ci darà anche la possibilità di parlare di tante curiosità di cui non parliamo mai e che invece sono lì, belle, discrete che attendono silenziose il ritorno di chi da sempre le ha ammirate e amate.

Parleremo anche delle straordinarie opere che il mondo ci invidia, e il percorso sarà incentrato sulla fioritura e la natura proposta nei vari capolavori, alcuni conosciutissimi, altri meno noti ma non per questo meno affascinanti.

Se volete trascorrere una domenica in compagnia, in armonia, tra arte storia e cultura non avrete che da venire con noi.

Vi aspettiamo in tanti, grazie per la fiducia che vorrete riporre in noi!🤗

questa Foto è di Silvano Cinelli ©
Arte e letteratura in giardino

sono varie e numerose le proposte che Marginalia ha rivolto negli anni e continua a rivolgere al proprio pubblico.

Fra le tante, musei, gallerie d’arte, trekking urbani alla scoperta di luoghi insoliti, percorsi teatralizzati, conferenze di specialisti nei vari settori. Marginalia ha tentato, anche negli ultimi e difficilissimi mesi, di rispondere sempre con un “sì, però…” ai tanti “no” che, necessariamente ci sono stati imposti. Visite guidate all’aperto e con l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza, nel rispetto dei regolamenti anti- Covid, aperture straordinarie di meravigliosi luoghi di culto, e, nei periodi di maggiore allerta, incontri e conferenze on-line.

Ancora nell’ottica di voler rispondere positivamente e propositivamente al periodo storico che stiamo attraversando,

Marginalia presenta, per la prossima primavera-estate 2020-2021,

il progetto “Arte e letteratura in giardino”.

Si tratterà di un ciclo di incontri, che avrà inizio appena possibile e dedicati ad una serie di personaggi che, malgrado si siano trovati a vivere situazioni difficili, come un’epidemia, la guerra, la persecuzione o l’esilio, sono riusciti a fare qualcosa di grande per cui ancora oggi sono ricordati.

I personaggi di cui parleremo appartengono indifferentemente al passato, più lontano o più recente, ma anche a tempi vicini al nostro, o, perché no, alla contemporaneità. Ogni incontro sarà dedicato ad uno di essi. Ricorderemo la sua biografia e le sue opere che siano esse letterarie, artistiche, di scienza o anche, semplicemente, di vita.

Nel primo incontro, vorremo parlare di un uomo che più di ogni altro, a nostro parere, può essere rappresentativo del progetto e anche del periodo che stiamo vivendo:

Giovanni Boccaccio, che, in un momento di grande e generale difficoltà dovuta ad una delle più grandi epidemie di peste che si possa ricordare, decide di fare quello che oggi, per il periodo che stiamo vivendo è una delle cose più sensate da fare, ovvero ritirarsi in quarantena. Lui lo fa con un gruppo di giovani, ragazzi e ragazze.

Oggi giorno, in quarantena, abbiamo fatto e visto fare di tutto: chi cucina, chi fa le pulizie di fondo e restaura la casa, chi sistema il giardino, chi legge, chi guarda serie TV. Qualcuno ha condiviso le proprie attività sui social network cercando di costruirne una narrazione. Boccaccio ha reagito proprio in questo modo: costruendo una narrazione.

Non sui social, ovviamente, ma creando una socialità con i suoi compagni, attraverso il racconto di quelle novelle, che poi sono diventate l’opera che noi tutti conosciamo, il Decameron. L’arte della narrazione lenisce i mali, sembra dirci il Boccaccio. Ci porta altrove, lontano da quello che in quel momento e in questo momento è la realtà. Ci permette di divagare, di elevarci ad altri e più alti orizzonti ed al tempo stesso di socializzare e stare insieme, riflettendo su temi di interesse comune, ma anche ridendo e scherzando. E dunque, perché non sfruttarla, proprio come ha fatto lui, oramai sette secoli or sono? Dopo tutto, non siamo certo i primi a cui tocca di vivere un momento storicamente difficile.Si tratta di corsi e ricorsi storici.

Pensiamo oltre a Boccaccio, a Dante, che da un esilio forzato e sofferto tirò fuori la Divina Commedia. A Lorenzo il Magnifico, che non si chiamò Magnifico a caso, ma perché era di animo grande.

Dopo aver visto il fratello soccombere a ben diciassette coltellate, durante la Santa Messa di Pasqua, per opera della famiglia dei Pazzi, supportata dal Papa e dal Re di Napoli, grazie ad un utilizzo sapiente e strategico dell’arte e della cultura riesce pacificamente a ristabilire gli equilibri.

Ma pensiamo anche alle donne e alla loro forza. Vogliamo fare cenno, in questo breve scritto, a due donne che hanno vissuto il nostro tempo.

La prima, Maria Luigia Guaita, che non si è mai arresa, per tutta la sua lunghissima vita. La guerra, vissuta da partigiana, uno scandalo in cui rimase coinvolta e l’alluvione. Nulla l’ha fermata nel suo progetto di creare, dal nulla, la stamperia d’arte “Il Bisonte”. Una donna caparbia, che risponde con l’amore, costante e indefesso per l’arte, alle difficoltà della vita.

La seconda, Margherita Hack, una signora scomparsa piuttosto recentemente. Lei l’arte la vedeva nelle stelle. Riusciva a rendere semplicissimi, concetti difficilissimi, con una capacità divulgativa, anche, diciamolo, un pò scanzonata, fuori dal comune. Con convinzione ha sempre combattuto la sfiducia della società e del mondo accademico nei confronti del ruolo della donna nelle scienze.

Di questi e di molti altri personaggi vorremmo parlare insieme nel tentativo di creare una narrazione che possa aiutarci, tutti, a vivere nel modo più positivo possibile, il momento storico che stiamo passando, certamente non roseo.

Gli incontri saranno organizzati in presenza, ovviamente, in diverse locations all’aperto: il giardino dei granduchi a Porta Romana, il Bobolino, il Parco della Rimembranza vicino San Miniato Le Cascine di tavola ed in altri luoghi che comunicheremo. Invitiamo i partecipanti a venire provvisti di una sedia da campeggio, per poter ascoltare più comodamente.- non est ad astra mollis e terris via – L. A. Seneca (non esiste alcuna via semplice dalla terra alle stelle).

DATA DA DEFINIRE

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

https://www.associazionemarginalia.org/

SEGUICI su Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Instagram: https://www.instagram.com/marginalia_ass.culturale/

San Frediano, gli Artigiani del quartiere più cool del mondo è una passeggiata nelle botteghe artigiane in uno dei luoghi più più antichi di Firenze ed eletto dalla celebre rivista “Lonely Planet” a quartiere più cool del mondo

SABATO 27 MARZO ORE 16

Ritrovo in P.za Nazario Sauro ore 15,50 che si trova, attraversato l’Arno su Ponte alla Carraia di là d’Arno subito davanti a voi dopo il semaforo.

Durata del percorso 2 ore

Percorso semplice adatto a tutti

Quota di partecipazione € 11,00 a persona

POSTI LIMITATI

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE inviano un whatsapp al 3664475991 oppure inviando una mail a : visiteguidate@associazionemarginalia.org

Qui in San Frediano, tradizione e modernità si mescolano alla perfezione, creando un luogo unico e inimitabile. Lo storico rione Diladdarno, come viene chiamato in Toscana, è riuscito a superare Seoul e Dubai. Ma anche New York, che ha visto il suo Sunset Park arrivare solamente settimo.

A conquistare chi viene qui anche perle persone locali, è soprattutto l’anima hipster di Borgo San Frediano. Infatti sembra sposarsi alla perfezione con il passato artigiano di Firenze. Fra stradine strette e piccoli locali, qui si respira un’aria particolare e unica.

Non è un caso che anche noi di Marginalia abbiamo voluto recuperare la parte antica della vita di questo quartiere per condividerla con chi vorrà trascorrere con noi un bel pomeriggio tra bellezza e tradizione.