Per questa Ventesima Edizione del Prato di Fiabe diamo con piacere l’esito del Concorso sia per la Categoria Illustratori che per la categoria Aurtori nelle varie sezioni.

Ricordiamo a tutti che la premiazione si svolgerà on line sulla piattaforma ZOOM di cui invieremo a tutti il link per collegarsi.

La data è prevista per il giorno sabato 5 dicembre ore 16

ci saremo tutti e voi?

 
Scarica il libro in pdf

Scarica il File in Pdf per le motivazioni della giuria relative agli illustratori

La giuria della categoria AUTORI della Ventesima edizione del Premio Un Prato di Fiabe 2020 composta da:

Presidente Fabio Leocata, scrittore

Giurati:

Francesca Berti, scrittrice

Michele Protopapas, scrittore

IN ORDINE ALFABETICO DICHIARANO PER LA

SEZIONE ADULTI I TRE VINCITORI:

1° PREMIO VALENTINA PERICCI di Campagnatico Grosseto

Con la fiaba “Una fiaba scombinata”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

Favola divertente e ben scritta, narrata con grande umorismo, ha la forza di abbattere alcuni luoghi comuni della tradizione per raccontarci che non sempre i principi e le principesse devono essere belli e attraenti per rendere la storia interessante. La prosa è fluida, ottimi e mai scontati i dialoghi, Una fiaba scombinata riesce a trascinare il lettore in una dimensione incantata, a metà strada tra la realtà e la finzione, dove tutto può accadere.

2° PREMIO VALERIA PISI di Reggio Emilia

Con la fiaba “L’ascensore”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

Una fiaba attuale nata nel periodo del lockdown. L’ascensore Tony si chiede perché i condomini non escono più di casa e le rare volte che lo fanno preferiscono le scale a lui. Si sente quasi di aver fatto qualcosa di male. Pian piano tutti iniziano a capire come riprendere la propria vita seppur con tutte le precauzioni, e anche Tony, l’ascensore, si abitua alla nuova normalità.


3° PREMIO GIORGIA DE CRISTOFARO di Roma

Con la fiaba “I tre strumenti”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

Gli oggetti inanimati, da sempre, sono materiale prezioso nella costruzione delle fiabe, in quanto non c’è niente di più magico dell’attribuire una mente e un cuore a qualcosa che, nella realtà, è un essere inerte. La fiaba, di stampo classico, sia per lo svolgimento che per l’uso del trittico di strumenti, il numero tre, ovvero la perfezione, si inserisce però in un contesto moderno, che la rende attuale e fruibile ai più, scivolando con grazia e leggerezza verso la sua felice conclusione.

SEMPRE PER LA SEZIONE AUTORI ADULTI

IN ORDINE ALFABETICO ECCO I NOVE FINALISTI SEGNALATI PARI MERITO

AGATA LUISA PRIVITERA di Catania

con la fiaba “La straorninaria avventura di Equestocosè

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

Favola semplice e ben strutturata, dalla prosa fluida e divertente, è una rivisitazione moderna della classica storia de Il brutto anatroccolo. Si narra la storia di un animale dall’aspetto bizzarro – un po’ coccodrillo, un po’ fenicottero, un po’ delfino e un po’ leopardo – che per questo viene deriso. La storia tratta argomenti quanto mai attuali, quali la diversità e l’accettazione di sé, senza però rinunciare mai all’ironia.

ANGELA BOZZA di Trento con la fiaba “Bruno e Soffione”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

La storia tenera e dolcissima dell’amicizia fra un giovane orso e una piccola pianta erbacea dove, all’ingenuità dell’animale, ancora cucciolo, si affianca la saggezza e l’esperienza del piccolo soffione, a dimostrazione che la fiducia verso un amico vero sarà sempre ben riposta. La scelta dell’autrice di raccontare in versi si rivela molto adatta, conferendo alla narrazione un tono lieve e sognante.

CARLO TESTANA di Roma con la fiaba “La pappa reale”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

L’alveare ha una perdita di pappa reale ed è necessaria un’indagine. Un’attenta analisi strutturale mostra una cella imperfetta, ma non fatta di cera, ma di altro materiale. Si scopre che è stata una vespa infiltratasi nell’alveare ad avere ordito il furto, anche se solo per sfamare la sua famiglia. La giuria ha apprezzato l’originalità della trama, la minuziosa descrizione dei particolari costruttivi dell’alveare e il metodo scientifico d’indagine delle api.

GIOVANNA GIANNONI di Firenze con la fiaba “Il guardiano dell’asilo”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

Se è vero che le fiabe insegnano ai bambini che i cattivi esistono ma che possono essere sconfitti, è anche giusto che insegnino a pensare con la propria testa e a decidere, sulla base dei fatti, e non su quella delle dicerie, chi sono, oppure non sono, i cattivi. E certamente cattivo non è questo anziano lupo, con poche forze e senza denti, che resta stupito e indignato quando scopre il ruolo che gli viene attribuito nelle fiabe, e decide di mostrare ai bambini quale sia la sua vera natura. Una storia dolce che insegna a non fermarsi all’apparenza delle cose e a non restare schiavi del pregiudizio.

MAURO GELO di Desenzano BS con la fiaba “la storia di corri corri”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

Una fiaba creata per i bambini di oggi, che non parla di re e principesse, ma di dinosauri e alieni. Una narrazione tutta d’un fiato come il nome della protagonista. Corri corri, infatti, corre e trova una bacchetta magica che la catapulta in mondi meravigliosi, gli stessi che sognano i bambini, che forse si dispiaceranno della brevità della fiaba e avrebbero desiderato leggere di altre avventure in terre fantastiche.

ORIANO BERTOLONI di Carrara Ms con la fiaba “Il gabbiano ballerino”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

Una fiaba tenera con protagonisti gli uccelli, i gabbiani, indiscussi dominatori del mondo marino da una parte, e dall’altra i piccioni, padroni assoluti di quello terreno. Rivali e nemici nella lotta per la sopravvivenza, i bocconi di pane, avanzi degli esseri umani, comprendono, grazie all’intelligente idea del protagonista, quanto sia sciocco litigare e quanto, invece, sia utile unire le forze per raggiungere un obiettivo comune. Impossibile non notare la similitudine con il comportamento degli esseri umani: siamo tutti diversi, pure tutti uguali sotto lo stesso cielo.

RICCARDO FORNERIS di Bosconero TO con la fiaba ” Il caffè del mattino”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

Una fiaba che mostra come la felicità può nascondersi nei piccoli gesti della quotidianità e quanto può essere doloroso abituarsi a una nuova normalità. Luigino si alzava sempre prima di sua moglie e preparava il caffè per entrambi sin quando lei non si ammala e muore. Ma Luigino non si arrende a perdere quella sua routine e spesso continua a portare il caffè alla tomba della sua sposa.

SIMONA SGHERRI di Prato con la fiaba “Mino Tartugo”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

Favola semplice ma ben strutturata, dalla prosa essenziale, racconta la storia di una piccola tartaruga che, appena uscita dal guscio, scoprirà con fatica di avere le risorse per affrontare la vita. Se le continue richieste d’aiuto di Mino Tartarugo agli altri personaggi conferiscono alla favola un andamento classico, i veloci e divertenti dialoghi le regalano un ritmo quasi cinematografico.

TERZA AGNOLETTI di Signa FI con la fiaba “Buono e giusto”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

In questa favola dallo sviluppo tradizionale e dalla prosa molto curata, seguiamo le avventure di Guidobaldo che conduce un gruppo di contadini contro un terribile Orco (che però non esiste!). Buono e giusto è una storia sul vero significato delle paure: talvolta ci vuole un po’ di coraggio per affrontarle, ma poi spesso ci accorgiamo che erano solo il frutto della nostra immaginazione. Ottima la caratterizzazione dei personaggi.

SEZIONE ADULTI Racconti Fantastici

1° PREMIO SAMANTA AGRESTI di Pistoia

Con il racconto “In ostaggio”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

Un inizio in media res con la protagonista che dialoga con un uccello dal grande becco durante un sogno. Una trama in cui lei subisce una serie di angherie preannunciate nei sogni da quell’essere alato. Un finale a sorpresa. In un vortice di brevi cicli narrativi la protagonista si ritroverà ostaggio di qualcosa che le farà provare nell’ordine stanchezza, strane voglie alimentari, fame e infine l’ingrossamento dell’addome. Una sintesi dei sintomi della gestazione trattati con leggerezza e ironia. La giuria ha apprezzato l’uso raffinato di alcune tecniche

SEGNALATI A PARI MERITO

MARCO BUDRONI di Prato della Cooperativa La Locomotiva
Con il racconto “La magia della squadra”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

Lo sport, la competizione e tanta voglia di vincere in questa bella storia, che vede il giovane protagonista creare dal niente una squadra di calcetto e adoperarsi per costruirla e farla crescere, anche utilizzando sistemi impropri, quali la presunta magia, o la scaramanzia. Ecco così che indossare uno certo cappellino garantisce la vittoria, al contrario, non indossarlo, porta alla sconfitta della squadra. Salvo poi comprendere, dopo l’ultima vittoria, quella decisiva per il campionato, giocata dimenticando il cappellino negli spogliatoi, che l’unica “magia” che garantisce un reale risultato sono l’impegno e la dedizione all’obiettivo che si persegue.

ALESSANDRO RICCI di Gallicano (LU)

Con il racconto “Dove va a finire l’ultima pecorella”

MOTIVAZIONE LETTERARIA a cura della Giuria del Concorso

Lieve e aereo questo delizioso racconto, che ci spiega come il sognare ad occhi aperti, lungi dall’essere un’occupazione inutile e oziosa, sia un mezzo potentissimo per continuare a credere in sé stessi, per non abbandonare mai le proprie aspirazioni e le speranze, le sole cose che rendono la vita degna di essere vissuta. Il fatto che a spiegarcelo sia una grintosa pecorella, rende la narrazione sospesa sul filo di una simpatica ironia, capace di strapparci più di un sorriso, ma anche di farci riflettere su quelle che sono davvero le nostre priorità.


SEZIONE BAMBINI Fiabe e racconti

MOTIVAZIONE PER LE OPERE DEI BAMBINI A CURA DELLA GIURIA

La dimensione fiaba è così vicina ai bambini, che essi trovano facile tuffarcisi e scriverne, come se fosse la cosa più naturale, senza timore e con spontaneità, con la pura gioia di creare e di mettere in scena situazioni e personaggi ricavati dalla loro fantasia e dal mondo che li circonda, sia esso reale, fantastico o virtuale.

E’ in questo modo che possiamo sventare complotti internazionali insieme all’agente mutaforma Dave Glauzer creato da Edoardo Pappalardo, oppure viaggiare su una barca insieme a Totò, Fabiano, Simone e Lattuga, i quattro amici creati da Ettore Salvadori, per scoprire che oltre il mare ci aspetta l’amicizia, e ancora insegnare ai piccoli e scorbutici Lumexiani quante cose si vedono al buio, nella storia di Emma Traverso, ma anche accorgersi che l’amicizia non ha età né barriere, nel racconto di Vittoria Simili, dove due ragazzine, Alice e Sara, e una vecchietta si ritrovano unite nella passione per un gioco.

1 Premio EDOARDO PAPPALARDO di Santa Maria di Licodia (Catania)

Con “Dave Glauzer : l’agente mutaforma”

2 Premio ETTORE SALVADORI di Montaione (Firenze)

Con “Che cosa c’è oltre il mare?”

SEZIONE SCUOLE

1 Premio pari merito sezione Fiabe

VITTORIA SIMILI di Bienne (Svizzera)

Con la Fiaba “Township”
Scuola italiana a Bienne (CH) in rue de la Ciblerie 45 – 2503 maestra Paola Rivieccio

1 Premio pari merito sezione Fiabe Emma Traverso di Savignone GE

Con la Fiaba “Luci nel buio”
Classe 3A della Scuola secondaria di primo grado “Vito Scafidi” di Busalla Genova

La giuria della categoria ILLUSTRATORI della Ventesima edizione del Premio Un Prato di Fiabe 2020 composta da:

Presidente: Emo Risaliti graphic designer

GIURATI:

Nicoletta Costa illustratrice

Silvia Baroncelli illustratrice

DICHIARA I TRE VINCITORI E I NOVE SEGNALATI A PARI MERITO ALLA XX EDIZIONE DI UNPRATO DI FIABE 2020

VINCE IL PRIMO PREMIO per gli illustratori

l’illustratrice FEDERICA NURCHI di Roma

con l’illustrazione della fiaba “Mino Tartugo” di Simona Sgherri di Prato

Primo Premio all’illustratrice Federica Nurchi

VINCE IL SECONDO PREMIO per gli  illustratori

l’illustratrice NADIA CORFINI di Lucca

con l’illustrazione della fiaba ” Il caffè del mattino” 

di Riccardo Forneris di Torino

Secondo Premio a Nadia Corfini

VINCE IL TERZO PREMIO per gli illustratori

l’illustratrice LAURA TAVAZZI di Milano

con l’illustrazione della fiaba ” Bruno e soffione”

di Angela Bozza di Trento

Terzo Premio a Laura Tavazzi

SI CLASSIFICANO A PARI MERITO I RIMANENTI NOVE ILLUSTRATORI FINALISTI:

ANDREA BAYER di Padova

ha illustrato la fiaba “La pappa rale” di Carlo Testana

di Roma

Illustrazione di Andrea Bayer

ALESSANDRO CASINI di Prato

ha illustrato la fiaba “I tre Strumenti” 

di Giorgia de Cristofaro di Roma  TERZO PREMIO SEZIONE AUTORI ADULTI

Illustrazione di Alessandro Casini

ALFONSO DI MAURO di Rodengo Saiano Bs

ha illustrato la faba “la storia di corri corri” di Mauro Gelo 

di Desenzano Bs

Illustrazione di Alfonso Di Mauro

CRISTINA LANOTTE di Campofilone Fermo

ha illustrato la fiaba ” Il gabbiano ballerino” di Oriano Bertoloni 

di Carrara MS

Illustrazione di Cristina Lanotte

FRANCESCA BUONANNO di Ancona

ha illustrato la fiaba “Il guardiano dell’asilo” di Giovanna Giannoni di Firenze

Illustrazione di Francesca Buonanno

JARA DREI di Forlì

ha illustrato la fiaba “Buono e giusto ” di Terza Agnoletti 

di Signa FI

Illustrazione di Jara Drei

MANUELA ADREANI di Torino

ha illustrato la fiaba “Una fiaba scombinata” 

di Valentina Pericci di Compagnatico Grosseto PRIMO PREMIO SEZIONE AUTORI ADULTI

Illustrazione di manuela Andreani

MARIA MARIANO di Venezia

ha illustrato la fiaba ” Equestocosè” di Agata Luisa Privitera 

di Catania

Illustrazione di Maria Mariano

MONICA BAULEO di Milano

ha illustrato la fiaba “l’ascensore” 

di Valeria Pisi di Reggio Emilia SECONDO PREMIO SEZIONE AUTORI ADULTI

Illustrazione di Monica Bauleno

CLASSIFICA IN ORDINE ALFABETICO SEZIONE ILLUSTRATORI BAMBINI

Aurora D’Averio di Solferino

Maria Helene Ndiaye di Roma

Sofia Vergnani di Reggio Emilia

BRAVISSIMI TUTTI nessuno escluso.
Per tutti coloro che non sono arrivati in finale, ricordiamo la sportività del gioco, del confronto e la voglia di crescere insieme. Elementi che devono essere sempre alla base dei pensieri di chi partecipa ai concorsi.
A voi la mia stima personale in qualità di presidente ma anche di tutti i giurati. Quest’anno, ancora più di sempre ci sono state non poche difficoltà per la scelta dei vincitori motivo per il quale abbiamo anche ritardato un po’!

VI ASPETTIAMO TUTTI PER LA PREMIAZIONE ON LINE IL 5 DICEMBRE

Vania Fanciullacci presidente di Marginalia e del Prato di Fiabe

______________________________________________________________________________

BANDO DI CNCORSO UN PRATO DI FIABE XX EDIZIONE 2020

con il Patrocinio del Comune di Prato, del Comune di Carmignano, del Comune di Poggio a Caiano, della testata Giornalistica Il Tirreno, della Regione Toscana

Quest’anno aperto a tutti gli autori e gli illustratori non solo Italiani ma anche stranieri con una nuova categoria per racconti brevi.

Le categorie PER GLI AUTORI ( sia per le fiabe, sia per i racconti) saranno tre:

1) Sezione autori adulti (fiabe e racconti)

2) Sezione scuole (fiabe e racconti) – questa sezione è dedicata ai lavori di gruppo nelle classi scolastiche coordinati da un insegnante

3) Sezione bambini e ragazzi (fiabe e racconti) – questa sezione è dedicata a bambini e ragazzi che vogliono partecipare individualmente

Anche per la categoria ILLUSTRATORI saranno tre:

1) Sezione illustratori adulti

2) Sezione Scuole – questa sezione è dedicata ai lavori di gruppo per le classi scolastiche coordinati da un insegnante

3) Sezione Bambini e Ragazzi – questa sezione è dedicata a bambini e ragazzi che vogliono partecipare individualmente

SCARICA IL BANDO PER AUTORI

SCARICA IL BANDO PER ILLUSTRATORI

Scarica la Liberatoria da allegare all’opera che invierete:

Scarica la Liberatoria per i minorenni da allegare all’opera che invierete:

Per comunicare con la nostra segreteria, scrivere a: unpratodifiabe@associazionemarginalia.org

Seguiteci anche su Facebook: https://www.facebook.com/UnPratoDiFiabe/

Seguiteci anche su Instagram: https://www.instagram.com/unpratodifiabe/?hl=it

LE OPERE DOVRANNO PERVENIRE VIA MAIL COME RICHIESTO NEL BANDO ENTRO E NON OLTRE IL 30 GIUGNO 2020

l’illustrazione di copertina è di Alice Pieroni di Fano

Se vuoi saperne di più sulla passata edizione clicca qui: https://www.associazionemarginalia.org/un-prato-di-fiabe/

UN PO’ DI STORIA

Le fiabe così come i racconti fantastici, come i sogni sono spesso la via principale per accedere ai contenuti dell’inconscio collettivo. Sappiamo tutti che sono nate intorno ai focolari casalinghi o ai fuochi dei bivacchi, dove le famiglie e le persone si riunivano in attesa della sera che spesso faceva sorgere paure e timori legati al buio della notte.

Spesso i migliori narratori divenivano popolari raccontando storie che via, via si arricchivano di particolari e situazioni, passando di bocca in bocca che venivano poi adattate alle situazioni o ai luoghi dove erano raccontate.

E’ partendo da questa riflessione che venti anni fa abbiamo dato vita ad Un Prato di Fiabe il concorso letterario  e per illustratori che parla di fiabe e da quest’anno per la sua ventesima edizione aperto anche alla sezione racconto breve.

Il tutto per dar voce ad autori e illustratori che volessero confrontarsi con altri partecipanti indipendentemente dall’aver pubblicato o meno, le loro opere.

In tutti questi anni si sono avvicinati al Prato di Fiabe  nomi importanti della letteratura per l’infanzia, da Paola Zannoner, a Marcello Argilli, Lucia Tumiati, Pier Francesco Listri, Matteo Faglia e tanti altri.

Per l’illustrazione abbiamo avuto la partecipazione di Silver, Sergio Staino, Altan, Emanuele Luzzati, Nicoletta Costa, Ro Marcenaro, e tanti altri quali padrini e madrine della manifestazione.

Per questa ventesima edizione ci aspettiamo grande partecipazione da parte di tutti voi cari amici. Un Prato di Fiabe è una grande famiglie dove il confronto è solo voglia di crescere e migliorarsi insieme. In Bocca al lupo a tutti e via alle iscrizioni.

PER LEGGERE LE FIABE E VEDERE LE RELATIVE ILLUSTRAZIONI DEGLI ANNI PASSATI BASTERA’ CLICCARE SUI LINK QUI DI SEGUITO

EDIZIONE 2016

illustratori Vincitori e Segnalati 2016 Un Prato di Fiabe

EDIZIONE 2017

EDIZIONE 2018

Concorso per autori e illustratori Un Prato di Fiabe 2018

EDIZIONE 2019

Un Prato di Fiabe XIX edizione 2019

    • vfanciullacci scrive:

      Grazie Rosalba per il to supporto al Prato con le tue parole. Ti giunga il nostro affettuoso abbraccio e a presto.
      Marginalia e Un prato di Fiabe

  1. La fiaba è un respiro ricco di oss e tanti tanti auguri e:igeno ,fatto con il viso scopert e senza mascherina : Speriamo di poter presto fare questo respiro: Grazie agli organizzatori del Concorso Un prato di fiabe

  2. La fiaba è un respiro ricco di ossigeno e tanti tanti auguri e:ossiigeno ,fatto con il viso scoperto e senza mascherina : Speriamo di poter presto fare questo respiro: Grazie agli organizzatori del Concorso Un prato di fiabe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *