Serata sotto le stelle, con Daniela Morozzi e Marginalia

SABATO 13 AGOSTO 2022 ORE 21,15PROSSIMA DATA AGOSTO 2023

a cura dell’Associazione Culturale Marginalia

con la partecipazione dell’attrice DANIELA MOROZZI,

il professor DAVIDE CASAROSA

L’esperto d’arte MARCO VILLANI

Vi parleremo delle stelle nell’arte, nella poesia e nella scienza.

vi aspettano per una serata magica.

LUOGO DI INCONTRO: Nel grande prato a sinistra della chiesa di San Miniato al Monte (FI) sulla strada via delle Porte Sante , la strada che porta all’ingresso laterale della chiesa.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 11,00 a persona

Tutti i partecipanti saranno muniti di radio con auricolari collegate ai nostri microfoni per migliore ascolto.

COSA SERVE: una copertina, una stoia da spiaggia o una sedia da campeggio per stare seduti o distesi sul prato

Tutti i partecipanti saranno microfonati per migliore ascolto: Se avete i vostri auricolari del telefono con spinotto tondo ci farete piacere così eviteremo sprechi di plastica.

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE scrivendo a:

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

Oppure scrivi un whatsapp al 366 4475991 

https://www.associazionemarginalia.org/

_____________________________________________________________________________

SEGUICI anche su Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Instagramhttps://www.instagram.com/marginalia_ass.culturale/

YOU TUBE: Associazione Culturale Marginalia

Raccontiamo le stelle ma in raltà si chiamano Perseidi, è questo il nome ufficiale delle stelle che ammireremo insieme. La loro massima visibilità nel nostro cielo ci sarà proprio nei giorni tra il 13 e il 15 agosto.

Il picco massimo di visibilità ci sarà tra la notte del 12 e 13 agosto, il nostro cielo sarà attraversato da circa 100 meteore ogni ora. Occhi fissi sul cielo dunque e in questa occasione infatti la Luna raggiungerà la fase di novilunio, questo vuol dire che la pochissima luce del nostro satellite non interferirà con le stelle e ci permetterà di assistere a uno spettacolo ancora più nitido.

Non vi resta che scegliere il luogo e la serata giusta, alzare gli occhi al cielo ed esprimere un desiderio. Le Perseidi già sopra di noi e noi lì per raccontarvele.

Vi aspettiamo!

Foto di Silvano Cinelli, dall’archivio di Marginalia

Una serata distesi sul prato per ammirare e parlare della SUPER LUNA

NUOVA DATA DA STABILIRE

Vi aspettiamo in tanti con le vostre copertine o seggioline da campeggio per parlare

della SUPER LUNA, un fenomeno STRAORDINARIO CHE SI VERIFICHERA’ IL 13 LUGLIO

è la LUNA più grande, brillante e spettacolare del 2022-

La serata sarà condotta dal professor Davide Casarosa esperto di astronomia e dai relatori di Marginalia

da non perdere sarà per tutti una serata magica!!!

LUOGO DI RITROVO: nel piazzale del Poggio Imperiale davanti alla Villa di Poggio Imperiale

Guarda la foto

ORARIO di ritrovo: 21,15

DURATA DELLA SERATA: Un’ora e trenta

CONSIGLIAMO: di portare una coperta o una sedia da campeggio per stare sul prato

QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 11,00 a persona compresi radio con auricolari per migliore ascolto

ISCRIZIONI SCRIVENDO A:

Whatsapp 366 4475991

Mail: visiteguidate@associazionemarginalia.org 

Un po’ di informazioni:

A luglio potremo ammirare nel cielo la Luna Piena più grande, brillante e spettacolare dell’intero 2022:

la Superluna del Cervo. Il plenilunio si verificherà mercoledì 13 luglio. L’evento sarà perfettamente visibile da tutta Italia. Il suo nome è legato alla cultura dei nativi americani e al loro tradizionale calendario lunare; le tribù erano infatti solite dare appellativi alle lune piene di ogni mese in base a eventi naturalistici e altri fenomeni significativi per la vita dei villaggi. Quello di luglio è stato scelto poiché in questo mese il palco dei cervi maschi raggiunge le dimensioni massime, in vista della stagione degli amori (in questi mammiferi i palchi si staccano anno dopo anno ricrescendo sempre più grandi e ramificati).

Tutti sulla LUNA e la sua misteriosa luce cinerea

MERCOLEDI 30 GIUGNO ALLE ORE 21

NUOVA DATA DA STABILIRE

Serata d’ascolto a cura di Marginalia

Condurrà la serata l’esperto di astronomia il professore Davide Casarosa accompagnato dagli storici dell’arte di Marginalia per una serata da sogno.

Necessaria una copertina o una piccola sedia da campeggio per accomodarci nel prato verde che si trova sul fianco sinistro della chiesa di San Miniato al Monte a Firenze.

ORARI E DURATA VISITA

La durata della serata sarà di circa 1 ora e venti minuti.

COSTI

Quota di Partecipazione € 10,00 a persona

ragazzi fino a 13 anni gratuito

La serata si svolgerà nel prato verde che si trova sul fianco sinistro della chiesa di San Miniato al Monte

essendo all’aperto non sarà obbligatorio l’utilizzo della mascherina

secondo i nuovi provvedimenti in vigore dal 28 giugno 2021

si consiglia tuttavia un corretto comportamento per le norme ancora in essere anticovid

Necessario il distanziamento di almeno un metro l’uno dall’altro

igienizzare le mani prima e dopo la visita

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE SCRIVEVENDO

un whatsapp 3664475991 oppure inviando una mail a: visiteguidate@associazionemarginalia.org

SEGUICI anche su Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Instagramhttps://www.instagram.com/marginalia_ass.culturale/

YOU TUBE: Associazione Culturale Marginalia

La Luna, paladina delle nascite, padrona dei raccolti e del vino buono, ma anche pazza e capricciosa, capace di fare riaffiorare i nostri istinti più oscuri. Da sempre intorno alla Luna nascono leggende e bizzarre superstizioni: c’è chi la ritiene responsabile di terremoti e crisi epilettiche, chi la controlla prima di fare sesso e chi la crede implicata in terribili fatti di cronaca. Per non parlare di chi è convinto che sul suo suolo, non abbiamo mai messo piede.

Allora partiamo da qui: raccontandovi i miti più duri a morire sul nostro satellite.

Il Prato è qui più avanti in via delle Porte Sante

Il cavaliere nero

Nuova data da stabilire

Percorso teatralizzato attraverso le strade della città dantesca

il percorso prende spunto dal libro della storica SILVIA DIACCIATI,

“IL BARONE Corso Donati nella Firenze di Dante” Sellerio Edizioni

Percorso guidato: Elena Diacciati

Sceneggiatura: Vania Fanciullacci

Attori : Anastasia Ciullini e David Arena

Ritrovo Ore 16,00 P.za Duomo lato Campanile

Quota di partecipazione € 15,00 a persona ragazzi fino a 12 anni 5 euro

Tutti i partecipanti saranno microfonati

Percorso pianeggiate adatto a tutti massimo un’ora e trenta minuti

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE

scrivendo a:

Whatsapp : 366 4475991 

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

SEGUICI ANCHE SU:

https://www.associazionemarginalia.org/

Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Instagram: https://www.instagram.com/marginalia_ass.culturale/

YUO TUBE: Associazione Culturale Marginalia

…Ogni luogo, ogni epoca ha avuto i suoi protagonisti nel bene o nel male. Tra i tortuosi e spesso maleodoranti vicoli della Firenze di fine Duecento si muovevano uomini che superavano in fama e influenza loro concittadini oggi certamente più noti come Dante e Giotto. Personaggi in grado di condizionare concretamente la vita comunale, di condurre con coraggio e incoscienza la propria città alla vittoria contro nemici esterni, ma anche di farla precipitare in guerre fratricide…

Nell’anno delle celebrazioni dantesche

l’Associazione Culturale Marginalia vi invita a conoscere la Firenze del sommo poeta attraverso un affascinante percorso teatralizzato. Il tutto dedicato al vero protagonista della scena fiorentina di allora: Corso Donati, capo indiscusso dei Guelfi neri e causa dei molti guai in cui finì Dante.

Il Cavaliere nero fu feroce e senza scrupoli,

ma talvolta sono proprio gli individui più ambigui come lui a esercitare un fascino irresistibile. Cavalieri oscuri, anti-eroi, forze del male. E spesso accade che il male si presenti sotto forme seducenti. Corso Donati non fece eccezione: uomo bellissimo, cavaliere impavido e raffinato oratore. Egli fu uno dei protagonisti più irrequieti e spregiudicati che la storia fiorentina abbia mai conosciuto. Malvagio e spietato, fu animato da un desiderio di dominio più forte anche dell’amore per la patria. Cavaliere invincibile, guidò Firenze alla vittoria nella battaglia di Campaldino del 1289, battaglia alla quale prese parte anche Dante, ma poi trascinò la sua città nella violenza più cupa al probabile scopo di farsene signore. A Firenze era da tutti temuto e rispettato, ammirato e seguito da molti, odiato e maledetto da altrettanti. Per la sua superbia fu soprannominato il Barone.

Ancora a distanza di secoli dai fatti di cui Corso Donati fu protagonista, Niccolò Machiavelli, dopo averne brevemente narrato le vicende e biasimato con rammarico i comportamenti, non poté tuttavia fare a meno di riconoscere la grandezza di quel fiorentino e di citarlo tra i concittadini di cui fosse degno lasciare memoria.

La vita e le imprese di questo tenebroso e irrefrenabile cavaliere,

che fu senza alcun dubbio il più famoso fiorentino dell’età di Dante, ci permetteranno di condurre un viaggio affascinante nella Firenze di quegli anni, che era allora la metropoli più tumultuosa del mondo conosciuto nonché la prima potenza economica dell’Occidente. Nel corso del percorso teatralizzato avremo così modo di parlare di vari aspetti della Firenze dell’epoca di Dante: dalla lotta di fazione alla giustizia, dalla politica alla vita quotidiana. Lo faremo percorrendo le vie del centro cittadino e soffermandoci nei luoghi che più furono legati alle vicende di Corso Donati.

Ci imbatteremo poi in numerosi personaggi,

più o meno famosi, la cui vita s’intrecciò con quella del Barone. Vieri de’ Cerchi e Guido Cavalcanti furono oggetto del suo disprezzo più profondo. In papa Bonifacio VIII trovò un preziosissimo alleato.

Le donne nella vita di Corso Donati, come accadeva di norma alle donne dell’aristocrazia, non furono altro che pedine da sacrificare al proprio personale interesse. Dante ha eternato nella Divina Commedia il caso di Piccarda, una delle sorelle di Corso, ma non molto diverso fu il trattamento che egli riservò all’altra sorella, Ravenna, per non parlare poi di ciò che accadde alle sue mogli.

La vita di questo cavaliere nero non sarà dunque che il punto di partenza per un percorso che, arricchito di intermezzi teatralizzati, ci aprirà a un vero e proprio spaccato sulla Firenze all’epoca di Dante. Vi aspettiamo!

DATA DA DEFINIRE

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

https://www.associazionemarginalia.org/

SEGUICI su Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Instagram: https://www.instagram.com/marginalia_ass.culturale/

NUOVA DATA DA STABILIRE

Quel giorno che acchiappai una stella

Care amiche e amici di Marginalia,

Proponiamo una serata per raccontarvi il cielo tra arte, letteratura e scienza

Serata d’incanto tra stelle e galassie lontane

Relatori della serata

Vania Fanciullacci

Davide Casarosa

con la partecipazione straordinaria dell’attrice Daniela Morozzi,
conosciuta al grande pubblico per le sue grandi interpretazioni sul grande e piccolo schermo. Musica dal vivo di sottofondo alle letture

Una serata magica per allargare le vostre conoscenze sul cielo lontano.
Info e prenotazioni 3280625881

Foto di una precedente edizione a Pontedera La Rotta

VENERDI 28 AGOSTO alle ore 21

Al LAGO DI BILANCINO nell’area Eventi Andolaccio

Serata d’ascolto dal titolo:

Quel Giorno che acchiappai una stella!

Progetto della serata dell’associazione Culturale Marginalia Serata Organizzata della Barberino Estate

Con L’attrice Daniela Morozzi e il Professore Davide Casarosa

Presenta Vania Fanciullacci, musiche a cura della sassofonista

Alda Dalle Lucche, testi dello scrittore Emiliano Gucci, poesia d’inizio serata della poetessa Beatrice Niccolai

PER PRENOTAZIONI E INFORMAZIONI:

055 331449 – ufficiostampa@catalyst.it

Vi aspettiamo per condividere una serata all’insegna dell’arte, la letteratura e la scienza

In una notte d’estate non poteva mancare una serata dedicata alle Stelle. Il  28 agosto, alle 21 nella suggestiva cornice del Lago di Bilancino, sulle rive nei pressi dell’area eventi Andolaccio  Ci sarà una serata d’ ascolto che mescolerà Letteratura, Arte e Scienza, tenendo come unico filo conduttore il firmamento. Sarà Daniela Morozzi, volto teatrale e televisivo tra i più amati, insieme al professor Davide Casarosa, studioso ma anche straordinario divulgatore, che con Vania Fanciullacci dell’Associazione Marginalia che ha ideato la serata, e la sassofonista Alda delle Lucche  ad allietarci partendo dall’antichità, quando per gli Egizi le Stelle erano considerate Divinità, attraverso il Medioevo che nel cielo stellato scrutava i segni della fine del mondo, fino ad arrivare ai giorni nostri, le stelle hanno sempre illuminato e tracciato il cammino dell’uomo che in quelle luci lontane dove da sempre è stato cercato un punto di riferimento.

Le letture spazieranno dal testo originale dello scrittore Emiliano Gucci “Quel giorno che acchiappai una stella” che dà il titolo alla serata, alle poesie della poetessa mugellana Beatrice Niccolai, con incursioni letterarie nei testi più noti che poeti e scrittori hanno dedicato alle stelle. 

Un evento unico per scrutare insieme il cielo e chiedersi ancora oggi che cosa rappresentano le stelle per ognuno di noi.

Marginalia Associazione Culturale

info : visiteguidate@associazionemarginalia.org 3664475991 whatsapp

GLIE’ LUME DI LUNA

a cura dell’Associazione Culturale Marginalia

NUOVA DATA DA STABILIRE

 

Una serata per raccontare la luna tra scienza, Storia e  poesia,

 tutti distesi sulle nostre coperte in un grande prato a testa in sù.

Con l’Attrice Daniela Morozzi,

il professor Davide Casarosa,

Musiche d’improvvisazione dal vivo a cura di un chitarrista

Testi per le letture della poetessa Beatrice Niccolai

La serata “Gliè lume di luna”  si aprirà con una presentazione della luna nell’arte  proseguirà il professor Casarosa per parlarci della luna e le grandi imprese spaziali. Quindi ci saranno letture sceniche a cura dell’attrice Daniela Morozzi accompagnata da sottondi musicali d’improvvisazione che esalteranno l’atmosfera e la serata.

Voi portatevi un cuscino una coperta, o una seggiolina da campeggio al resto penseremo noi.

Trascorrerete una serata piena di buona energia.

Tutti i partecipanti saranno muniti di auricolari per migliore ascolto

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE

366 4475991 

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

iniziativeassociazionemarginalia.org

 

Foto delle precedenti edizione di Gianni Giusti:

 

Foto di Sivano Cinelli, Pubbliphoto

Curiosità

Continua la lettura

Eseguito Sabato 21 settembre 2019 ORE 21,00

Data da Riproporre

In Occasione della Giornata degli Etruschi promossa dal Consiglio Regionale della Toscana,

l’Associazione Culturale Marginalia, su invito della PRO LOCO e il COMUNE di Sesto Fiorentino, con il Patrocinio dell’Assessorato alla Cultura di Sesto Fiorentino ha organizzato una serata d’ascolto presso il sito archeologico

LA MONTAGNOLA

La serata prevede la collaborazione di:

L’attrice Daniela Morozzi

L’archeologa Elena Diacciati

Il Professore Davide Casarosa

Le Musiciste : Alda Dalle Lucche e Giulia Fidenti

PER INFORMAZIONI SCRIVERE A:

prolocosesto@gmail.com

Tel. 3313447471 – 3313447457

PRENOTAZIONI:

chiamando la Biblioteca di Sesto Fiorentino:

0554496851

Percorsi notturni alla Villa Medicea di Poggio a Caiano

Sabato 14 settembre

In occasione dei festeggiamenti e del programma ” Assedio alla Villa” organizzato dalla Proloco di Poggio a Caiano, L’Associazione Culturale Marginalia realizzerà due percorsi all’interno della villa, con quattro relatori dal titolo

” UN VIAGGIO FUORI DAL TEMPO”

I percorsi saranno due – durata del percorso 55 minuti

il primo con ingresso alle 20,45

il secondo con ingresso alle 22

Ingresso Libero ( posti limitati)

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE

scrivendo o chiamando i contatti della Proloco di Poggio a Caiano qui sotto riportati:

info@prolocopoggioacaiano.it

055 8798779 – https://assedioallavilla.com/

La grande festa attorno alla Villa Medicea di Poggio a Caiano

e alle sue Storie, dal Rinascimento fino ai giorni nostri

Alla sua 35° edizione l’evento “Assedio alla Villa” continua a celebrare 5 Secoli di Storie che hanno ruotato e ruotano attorno a Poggio a Caiano e alla sua Villa, oggi Sito Unesco. Una festa che spazia tra tradizione e modernità, con molte novità in arrivo per l’Assedio 2019, che sarà dedicato alla “Meraviglia Toscana“.

 

Il Cimitero degli Inglesi a Firenze

in apertura straordinaria notturna ore 21

 
NUOVA DATA DA DEFINIRE
 
Il percorso sarà guidato da uno storico dell’arte e un professore
 
con una parte teatralizzata, quindi  musiche dal vivo di improvvisazione e letture sceniche. 
 
Una serata d’ascolto sotto le stelle per condividere un’ esperienza piena di storia di suggestione e di armonia.
 
Tutti i partecipanti saranno microfonati per un miglior ascolto 
 
Quota di compartecipazione alle spese € 15,00
 
Vi aspettiamo
 

Per ulteriori informazioni e iscrizioni potrete scrivere a:

visiteguidate@associazionemarginalia.org iniziative@associazionemarginalia.org

tel 366 4475991 – 329 3075760

 
 

Questo cimitero impropriamente detto ‘degli Inglesi’, ancora appartenente alla Chiesa Evangelica Riformata Svizzera che acquistò il terreno per erigerlo, e da loro ufficialmente denominato Cimitero di Porta a’ Pinti, è, tuttavia, per molti aspetti inglese. È stato ed è un bellissimo giardino, come lo sono tutti i cimiteri inglesi. Sfidando il Codice napoleonico, i sepolcri sono perpetui secondo le pratiche giudaico-cristiane, così come in Inghilterra, mai conquistata da Napoleone. Appartiene alla Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, che ha radici in Calvino e Zwingli; non è secolare. La maggior parte dei sepolti sono cittadini delle Isole Britanniche e dell’Impero, e secondo il mito inglese il luogo della propria sepoltura e dell’ultimo riposo è, come afferma la poesia di Rupert Brooke, ‘per sempre Inghilterra’. 

Al tempo stesso in cui il Granduca Leopoldo cedeva la collinetta al di fuori delle mura della città alla Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, finanziava la spedizione di Ippolito Rosellini e Jean-François Champollion in Nubia e in Egitto, offrendo a Champollion, che già aveva decifrato il codice dei geroglifici, la possibilità di visitare quella terra. Il grande dipinto che ritrae i due sovrasta lo scalone all’ingresso del Museo Egizio nel Museo Archeologico Nazionale di Firenze. Il volume di Rosellini, Monumenti dell’Egitto e della Nubia (Firenze, 1832-40, 10 voll.), ebbe un forte influsso sullo stile egizio di molte tombe del Cimitero ‘degli Inglesi’, dove si trovano obelischi, piramidi e sepolcri scolpiti con motivi egizi, scarabei, api, ourobouroi (serpente che si morde la coda che simboleggia l’eternità), globi alati (disco solare alato) o clessidre, ispirati dai geroglifici.