Tutti i Martedi dal 13 Settembre al 25 Ottobre percorsi serali agli UFFIZI

martedi 04 ottobre tutto esaurito

NUOVE DATE

MARTEDI 11 OTTOBRE ANCORA 4 POSTI DISPONIBILI

18 OTTOBRE ANCORA 4 POSTI DISPONIBILI

25 OTTOBRE ANCORA DISPONIBILITA’

Gli UFFIZI, PERCORSO N 1 – da Giotto, Botticelli Leonardo e Michelangelo

PERCORSO N 2 – da Pontormo a Caravaggio

ULTIMO INGRESSO ORE 19:30 – USCITA ORE 21:30

(percorsi anche personalizzati per famiglie e bambini e gruppi minimi di persone precostituiti)

gruppi massimo 9 persone

RITROVO : presso la Porta N 3 Porta delle prenotazioni

La PORTA N 3 si trova ( arrivando da P.za della Signoria) sulla destra dopo i pannelli dei lavori in corso

Biglietto INGRESSO ADULTI € 20,00 EURO

NOLEGGIO RADIO € 1,00 A PERSONA ( OBBLIGATORI PER VISITA AL MUSEO)

SERVIZIO GUIDA A PREVENTIVO PER GRUPPI MINIMI € 10,00 A PERSONA per gruppi minimi di almeno 9 persone

SOTTO ALLE 9 PERSONE SERVIZIO GUIDA € 15,00

IL SABATO E LA DOMENICA CI SONO DA AGGIUNGERE € 4,00 A PERSONA PER PRENOTAZIONE ingresso Ragazzi fino a 18 anni gratuito  per ingresso ragazzi dai 19 ai 25 anni solo due euro 

ulteriori informazioni ridotti e gratuiti su questo link: https://www.uffizi.it/biglietti

 

PERCORSO N. 1

Previsto un percorso unico al secondo piano nella galleria che parte dal corridoio di Levante con le opere di Giotto, Filippo Lippi, Piero della Francesca, Botticelli, Leonardo e Michelangelo e tanti altri.

PERCORSO N 2

Le nuove sale rinnovate al primo piano. Da Pontormo a Caravaggio.

Durata dei percorsi minimo 2 ore 

 

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE scrivendo a:

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

Oppure scrivi un whatsapp al 366 4475991 

https://www.associazionemarginalia.org/

SEGUICI anche su Facebook: https://www.facebook.com/associazioneculturalemarginalia/

Instagramhttps://www.instagram.com/marginalia_ass.culturale/

YOU TUBE: Associazione Culturale Marginalia

 

PASSIONE NOVECENTO, Mostra a Palazzo Medici Riccardi. Visita guidata con Marginalia

SABATO 8 OTTOBRE ORE 16,40

PUNTO D’INCONTRO: DAVANTI ALL’INGRESSO DEL MUSEO ORE 16,30

BIGLIETTO INGRESSO € 10,00 A PERSONA

PER I POSSESSORI DELLA TESSERA COOP: OGNI DUE PERSONE UN BIGLIETTO E’ GRATUITO (AL MOMENTO DELLA PRENOTAZIONE VA FORNITA QUESTA INOìFORMAZIONE)

BIGLIETTO RIDOTTO PER: STUDENTI E GIOVANI DAI 18 AI 25 ANNI

GRATUITO PER PERSONE DISABILI E LORO ACCOMPAGNATORI

Servizio guida euro 12,00 compreso il noleggio radio con auricolari per miglior ascolto

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE SCRIVENDO O CHIAMANDO:

WHATSAPP 3664475991

MAIL: visiteguidate@associazionemarginalia.org

UN PO’ DI STORIA:

Nel Palazzo Medici Riccardi, dove è nato il collezionismo moderno all’epoca di Cosimo il Vecchio. Ma anche di Lorenzo Il Magnifico. Ospita una prestigiosa selezione di opere di maestri del XX secolo. Tutti provenienti da collezioni private fiorentine e toscane. Passione Novecento da Paul Klee a Damien Hirst. La mostra nasce quale collegamento tra tradizione rinascimentale e mecenatismo alla passione per l’arte del Novecento. A dimostrazione di una continuità di sentimenti, di desideri e ambizioni. Che distinguono senza interruzione lo stato d’animo del collezionista. Colui che secondo Benjamin si assume il compito di trasfigurare le cose. Si tratta di un viaggio nell’arte del Novecento. Costruito sulla base di un amore per le opere moderne. Sulle opere contemporanea che non deve sorprendere in una città come Firenze culla del Rinascimento. Si farebbe torto infatti alla storia della città in cui le vicende artistiche e quelle del collezionismo privato si sono intrecciate nei secoli, seminando nel territorio una predisposizione sensibile alle avanguardie e alle sue più avanzate sperimentazioni.  Un fil rouge lega le antiche famiglie dei Sassetti e dei Tornabuoni, dei Medici e dei Doni, dei Gondi e dei Rucellai ai collezionisti privati di oggi. 

Una mostra davvero da non perdere. Consigliata a tutti. Vi aspettiamo

Museo dell’Opera del Duomo Firenze. Visita guidata.

DOMENICA 9 OTTOBRE ORE 10,30

SIAMO SEMPRE DISPONIBILI PER WEEK END E GIORNI SETTIMALI

PER I WEEK END PRENOAZIONE OBBLIGATORIA ALMENO UAN SETTIMANA PRIMA

Visita guidata con Marginalia al Museo dell’Opera del Duomo per questo speciale confronto sull’arte del grande Michelangelo e tanti altri capolavori.

RITROVO ore 10:30 davanti al Museo

riduzione del biglietto (con un costo pari € 3) per Bambini con età dai sei fino agli undici anni;

Membri FAI;

Biglietto gratuito per:

Giornalisti con tesserino

Per chi ha un handicap (a colui che lo accompagna, il biglietto sarà fornito gratuitamente solo se non si può far a meno della sua presenza);

Membri dell’ I.C.O.M e I.C.O.M.O.S

il biglietto ingresso di € 15,00 a persona,

noleggio radio con auricolari € uno a persona,

servizio guida per gruppi minimo 10 persone ( SONO 10 URO A PERSONA)

Per gruppi minimi fino a 6 persone il costo è di € 70,00 TOTALI DA DIVIDERE NEL GRUPPO

PERCORSO FACILE adatto a tutti

PRENOTAZIONI SCRIVENDO A:

Whatsapp – 3664475991

Mail: visiteguidate@associazionemarginalia.org

Vi aspettiamo in tanti per un percorso fantastico.

Per la prima volta un’esposizione mette a confronto,

le Tre grandi opere di Michelangelo. L’originale della Pietà Bandini, da poco restaurata, e i calchi della Pietà Vaticana e della Pietà Rondanini. La pietà Vaticana e la Pietà Rondanini sono in copia, ma grazie all’allestimento e alla bellezza dei calchi potremo avere questa particolare visione delle varie fasi del lavoro del grande Michelangelo.

Le opere ci offriranno l’opportunità di studiare l’evoluzione dell’arte di Michelangelo. Nonché la sua maturazione spirituale, dalla prima giovinezza. A Roma scolpì per l’antica San Pietro l’opera giovanile. In seguito arriverà alla sua ultima stagione, quando, ormai vecchio, mise mano alla Pietà oggi a Firenze e poi alla Pietà Rondanini conservata a Milano.

Si tratta di un percorso lungo più di cinquant’anni. Un percorso che parte dal giovane che scolpì il proprio nome sul petto della Madonna della versione vaticana.  Poi all’immedesimazione personale da anziano artista, che nella Pietà Bandini raffigura se stesso nelle sembianze di Nicodemo. Prossimo alla morte Michelangelo rifletterà profondamente sulla Passione di Cristo. Sarà un percorso affascinante pieno di suggestioni.

Il Battello del Brenta per visitare le ville Venete e Padova, la Cappella degli Scrovegni con L’Associazione Culturale Marginalia

WEEK END 22 E 23 OTTOBRE

Un Affascinante percorso nella bella Padova per ammirare il capolavoro di Giotto alla Cappella degli Scrovegni

con un bellissimo viaggio sul Fiume Brenta per visitare le Ville Venete.

PROGRAMMA:

Viaggio in pullman da Prato Firenze Pistoia  A/R

Partenza da Pistoia Ore 8,30

Prato Ore 9,00

Firenze ore 9,15

Arrivo a Padova previsto indicativamente verso le ore 12,00

Il viaggio sarà possibile solo al raggiungimento di un minimo 20 persone

SABATO 22 Ottobre:

Arrivo in albergo Check in

pranzo libero

ORE 15,30 Visita alla Cappella degli Scrovegni fine visita ore 17:00

Tempo libero

Ore 20:00 cena

Pernottamento

DOMENICA 23 Ottobre:

Ore 7:30 Prima colazione

Ore 8:15 partenza per percorso sul brenta e visita alle ville venete

09.20: arrivo a Stra e visita guidata del monumentale Parco di Villa Pisani, uno dei più belli d’Italia con la sua imponente piscina, le grandiose Scuderie e l’elegante Coffee House settecentesca;


imbarco e navigazione verso Dolo con illustrazione nel corso della navigazione delle varie Ville viste dal fiume
attraversamento della Chiusa di Dolo con discesa di dislivello acqueo;
proseguimento navigazione verso Mira, fra Ville, borghi rivieraschi e ponti girevoli con illustrazione delle varie Ville Venete viste dal fiume;

attraversamento della Chiusa di Mira con discesa di dislivello acqueo;
sosta a Villa Widmann per la visita guidata degli interni e giardini;• imbarco e navigazione verso Oriago;
Arrivo a Oriago per pausa pranzo presso il ristorante “Il Burchiello“; pranzo convenzionato facoltativo o pranzo libero;

proseguimento navigazione verso Malcontenta, fra Ville, borghi rivieraschi e ponti girevoli con illustrazione delle varie Ville Venete viste dal fiume;
arrivo a Malcontenta e sosta a Villa Foscari detta La Malcontenta per la visita guidata degli interni e dei giardini;
16.40: FINE DEL PRCORSO A MALCONTENTA.

PARTENZA IN PULLMAN da Villa Malcontenta alle ore  17:00 ca

Rientro previsto verso le ore 21:00

Il prezzo prevede:

Viaggio A/R in Pullman

Pranzo libero

visita guidata alla Cappella degli Scrovegni diritti di prenotazione

Cena in ristorante

Pernottamento e prima colazione

Tassa di soggiorno

Noleggio radio per miglior ascolto

Viaggio sul Brenta di Domenica 23 intera giornata

Servizio guida

Pagamento ingresso alle ville

QUOTA DI PARTECIPAZIONE 310,00 a persona

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE ENTRO E NON OLTRE IL 12 OTTOBRE 2022

Per conferma ingresso alla Cappella degli Scrovegni e soprattutto per fisare il percorso sul battello e l’ingresso alle Ville Venete.

PER PRENOTAZIONI ULTERIORI INFORMAZIONI E DETTAGLI

CHIAMARE IL 3664475991 OPPURE INVIARE UN WHATSAP

OPPURE SCRIVERE A: visiteguidate@associazionemarginalia.org

I BATTELLI DEL BRENTA

LA CAPPELLA DEGLI SCROVEGNI

Contemporaneo e rinascimento, un viaggio tra le opere di E. Wurm, E. Giannelli e Moore nella città di Firenze.

Passeggiata cittadina DOMENICA 2 OTTOBRE ORE 16,30

PUNTO D’INCONTRO: P.ZA SANTA MANRIA NOVELLA

Il percorso si snoderà fra Santa Maria Novella, San Lorenzo e Piazza della Signoria

Un racconto, un’immersione nella storia antica e contemporanea con una lettura vivace e nuova della città grazie a queste opere che dialogano fra se, ponendoci davanti ai grandi interrogativi dei nostri tempi.

Vi aspettiamo per condividere insieme una domenica pomeriggio di primo autunno tra contemporaneo e rinascimento

Quota di partecipazione € 11,00 a persona

Vi aspettiamo!

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE

scrivendo un whatsapp a: 366 4475991

oppure inviando una mail a: visiteguidate@associazionemarginalia.org

L’arte contemporanea è l’insieme di movimenti e tendenze artistiche. Sorte nel periodo successivo alla seconda guerra mondiale. Anche se questo periodo non sempre viene (o può essere) rigorosamente rispettato.

L’arte creata o rappresentata dalla fine del modernismo è alcune volte chiamata “arte postmoderna”, tuttavia postmodernismo si può riferire sia al contesto storico che all’approccio estetico utilizzato; per di più molti lavori di artisti contemporanei non presentano quegli elementi chiave che caratterizzano l’estetica postmoderna. L’aggettivo contemporanea può quindi essere preferito perché più inclusivo. Come nelle ricerche critiche di altre discipline comunque, il termine contemporaneo indica che il periodo di interesse e di studio in oggetto non ha esaurito le sue spinte propulsive ma che, invece, sono ben vive nel presente e proprio per questo che è di difficile definizione.

L’arte contemporanea è caratterizzata da opere prodotte con tecniche e linguaggi interdipendenti, tra queste: videoarte, pittura, fotografia, scultura, arte digitale, disegno, musica, happening, fluxus, performance, installazioni.

Navigazione sull’ARNO al tramonto e in notturna per tutto AGOSTO con Marginalia

PER I PERCORSI SULL’ARNO, PURTROPPO PER QUEST’ANNO 2022 E’ STATA ANTICIPATA LA CHIUSURA al 28 settembre A CAUSA DELL’ALLERTA MALTEMPO E DELL’ACQUA GIA’ ALTA

PROSSIME navigazioni da maggio 2023

PRENOTA IL TUO PERCORSO, CHIEDI UNA DATA

GRUPPI MINIMO 6 PERSONE, MASSIMO 15 PERSONE PER BARCA.

Durante la navigazione racconteremo la storia di Firenze dall’acqua in un’atmosfera da sogno.

La visita sarà interamente guidata da una nostra guida autorizzata.

La navigazione avrà una durata di un’ora ca.

RITROVO in P.za Mentana Lungarno G. Diaz vicino Ponte alle Grazie Ore 20,45 per imbarco ore 21 – Ore 16,45 per imbarco ore 17, Ore 17,45 per imbarco ore 18 . Ore 18,45 per imbarco ore 19

Vedi la foto

Quota di Partecipazione:

€ 26,00 a persona TUTTO COMPRESO, PERCORSO SULLE BARCHE DEI RENAIOLI SERVIZIO GUIDA NOLEGGIO RADIO E BRINDISI FINALE PER PERCORSI SERALI .

Bambini fino a 10 anni € 16,00

Tutti i partecipanti saranno muniti di sistema radio con auricolari per miglior ascolto della guida che spiegherà il percorso.

Si consigliano scarpe e abbigliamento comodo

Posti limitati

In caso di pioggia forte il percorso sarà rinviato, nell’eventualità di pioggia leggera il percorso viene eseguito, a bordo ci sono ombrelli per tutti.

IMPORTANTE:

Vi preghiamo di comunicarci in anticipo qualsiasi esigenza speciale o mobilità ridotta dei clienti e faremo del nostro meglio per soddisfarli.

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE INVIANDO

un whatsapp al 366 4475991

oppure scrivendo a: visiteguidate@associazionemarginalia.org 

Un po’ di storia

Navigando sul fiume Arno al Tramonto sarà un’esperienza indimenticabile.

Questo ci darà l’occasione per raccontare il fiume ma anche i monumenti più belli che incontreremo. Al nostro passaggio sotto il Ponte Vecchio o il Ponte a Santa Trinita dove avrem il privilegio di vedere i capricorni del Gran duca Cosimo I e di cui vi racconteremo la storia.

Il fiume Arno cuore della città di Firenze, nasce infatti sul Monte Falterona a 1.385 metri di altitudine rispetto al livello del mare ed è stato uno dei principali elementi per la fioritura economica di Firenze. Fu un’importante porta d’accesso per il legname dell’Appennino e per i commerci. Inoltre, l’acqua del fiume servì anche a fare fiorire l’artigianato e i bottegai. Questo però provocò un’abbassamento del suo livello che, unito alla costruzione delle pescaie e delle cinta murarie, rese il fiume non più navigabile a partire dal 1333.

 La scelta non fu mai rimpianta dalla città: l’abbassamento del fiume bloccò il commercio marittimo ma consentì la costruzione di mulini più potenti e permise la costruzione di cinta murarie più solide ed efficaci contro i mulini.

Perchè si chiami Arno ancora gli esperti non sono riusciti a darne una spiegazione univoca. Secondo la principale ipotesi è che nell’antichità si chiamasse Arner o Arnor, che significava “agitare” o “mettere in movimento”.

Foto Silvano Cinelli ©

SERATA AD ARTE, TRA OPERE, NATURA E BUON CIBO NEL FANTASTICO BORGO DI ARTIMINO Con Marginalia

SABATO 24 SETTEMBRE 2022 ( NUOVA DATA DA STABILIRE)

Ogni anno Marginalia ha il piacere di salutare l’estate che se ne va, insieme ai soci e gli amici, con un percorso che quest’anno partirà con la visita guidata nella nell’affascinante borgo di Artimino.

Parleremo della villa Medicea la Ferdinanda e di tutte le vicende ad essa connesse. L’antica Pieve di Santa Maria e San Leonardo e tante altre curiosità e leggende del territorio.

Poi tutti insieme ci dirigeremo verso un luogo fantastico sulle colline del Montalbano da dove potremo raccontarvi la storia dell’antico popolo etrusco. Concluderemo la serata con una cena presso la locanda di Mario.

Musica, storia, arte, armonia e leggende saranno gli ingredienti per trascorrere tutti insieme una serata fantastica.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 33,00 A PERSONA tutto compreso x l bevute nel prezzo è compresa solo l’acqua escluse altre bevande della cena. Ognuno pagherà a parte cio’ che prende, vino birra ecc.

La quota comprende: Visita guidata, noleggio radio, apertura straordinaria della Pieve e Cena.

Per la cena non sono comprese le bevande che pagheremo a parte

Vi aspettiamo

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE

scrivendo a: visiteguidate@associazionemarginalia.org

3664475991 anche whatsapp

Relatori della serata

Elena Diacciati

Marco Villani

RITROVO ORE 18,30 All’ingresso del Borgo di Artimino

DA NON PERDERE

Cenni storici:

TRATTI DA: https://www.comune.carmignano.po.it/pagina2858_borgo-di-artimino.html

Nel 998, con un proprio diploma. L’imperatore Ottone III conferma al vescovo di Pistoia le sue proprietà. Tra le altre anche la Pieve Artimino, oggi dedicata a San Leonardo e Maria. Si trova frontale al piccolo Borgo, la Villa Medicea La Ferdinanda, gioiello del nostro Rinascimento.
Il fatto che ad Artimino ci sia una chiesa battesimale è la testimonianza di una presenza demica di non poco conto.

I numerosi studi compiuti in queste terre nell’ultimo quarantennio e tuttora in corso hanno dimostrato come la frequentazione di queste terre sia molto più antica e da ricercarsi indietro nel tempo.


Già nell’VIII-VII secolo a.C. Artimino infatti era stata scelta dagli Etruschi,- ai quali è dedicato il Museo Archeologico. Per primi ne conobbero e riconobbero la felice posizione: “tra Signa e Capraja nella sommità d’un poggio che propagasi dal fianco meridionale del Monte Albano, bagnato a settentrione e a levante dal torrente Elsana, o Erzana, e dal fiume Ombrone,mentre a scirocco e a ostro l’Arno solca intorno alle sue pendici.

Questo poggio presentasi sotto forma di un bastione all’ingresso superiore dello stretto (Arctus) della Gonfolina”, com’ebbe a scrivere il Repetti nel suo Dizionario Geografico Fisico Storico della Toscana.

UNA GIORNAT SETTEMBRINA PIOVOSA MA STUPENDA

FOTO di SILVANO CINELLI ©

ELIO DE LUCA in mostra alla Loggia di Firenze con “Erotismo Mistico”

VISITA GUIDATA A CURA DELL’ARTISTA.

DOMENICA 25 SETTEMBRE 2022 ORE 17:00

PRESSO CAFFE’ LA LOGGIA A PIAZZALE MICHELANGELO

VISITA GRATUITA PER TUTTI I SOCI

DOMENICA 25 SETTEMBRE (ORARIO DA STABILIRE) presso i locali del ristorante La Loggia al piazzale Michelangelo la personale dell’artista Elio De Luca Erotismo Mistico – Mystical Erotism, presentata da Maurizio Vanni organizzata dalla rivista Magnifica Toscana

L‘artista è stato allievo di Mario Cappelli e di Anna Sanesi. Nel corso della sua carriera artistica ha esposte le sue opere in numerose mostre tenute sia in Italia che all’estero e ha partecipato alle più importanti fiere d’Arte Nazionali ed Internazionali.

La sua produzione artistica incede da sempre affrontando, per ampi cicli

importanti tematiche storiche ed esistenziali. il Tempo, l’Infanzia, la Madre Terra, l’Esistenza Terrena, la Pietà Umana. La Mitologia Classica, il Mondo Fem­minile, la Città Celeste, il Cantico dei Cantici.

Le tecniche utilizzate sono quelle del dipinto a olio su tela e tavola. Del cemento dipinto ad olio, del pastello ad olio su tela e su carta, oltre che della scultura in bronzo. Negli ultimi anni l’artista ha instaurato una col­laborazione espositiva con il noto mecenate e collezionista Carlo Palli.

Ha esposto nell’ambito della fortunata collezione denominata. “Vitamine”, un progetto itinerante che ha toccato vari musei, tra cui. Il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, il Foyer del Mart di Rovereto, il GAMC di Viareggio, il Museo del Novecento di Firenze, le sale affrescate del Palazzo Comunale di Pistoia, il CAMEC, Centro Arte Moderna di La Spezia.

Un’ ulteriore iniziativa, la mostra “Presi per In­cantamento – Dante e gli artisti dell’archivio Carlo Palli”,

è approdata all’Accademia delle Arti e del Disegno di Firenze, al Conservatorio di San Niccolò a Prato e alla Manteco di Montemurlo, Prato.

“ EROTISMO MISTICO” Riflessione sulla mostra di Vania Fanciullacci

n questi giorni, durante il mio girovagare ovunque con calma e regalandomi tutto il tempo necessario per curiosare ammirare e riflettere su ciò che vedo e incontro, sono stata a visitare anche la mostra di un amico che ritengo, ma ovviamente non solo io, un grande artista.

ELIO DE LUCA, con la sua struggente esposizione, allestita in uno dei luoghi più affascinanti di Firenze, alla Loggia di Piazzale Michelangelo, mi ha regalato un pomeriggio emozionante.

Non si può rimanere indifferenti a tanta poesia, eleganza e raffinatezza che si susseguono in un sentimentale percorso dal titolo “EROTISMO MISTICO”.

Traducendo in pittura uno dei capolavori più belli e più conosciuti della letteratura biblica. “IL CANTICO DEI CANTICI”.

L’artista ci racconta alcuni degli episodi più esaltanti dell’amore e della bellezza.

Un tripudio di fondi d’oro che incorniciano le grandi figure, ci rammentano i capolavori del passato, dei grandi come Giotto o Simone Martini e viene voglia di leggerli a fondo questi dipinti, di analizzarli, non ti stanchi di guardali e stai lì incollato ad esaminarne ogni particolare, ogni centimetro per poi distaccarti allontanarti e riprendere fiato nel respiro di un’immagine d’insieme incredibile.

Il maestro ha un percorso artistico costellato di successi. Lunghi anni durante i quali ha sperimentato sempre più a fondo la figura umana protagonista di quasi tutte le sue opere, ma rimanendo coerente al suo inconfondibile segno pittorico. E poi ci sono le sculture in bronzo anch’esse aggraziate, romantiche, leggere.

Ci raccontano come le pitture, l’amore di due giovani intesi come qualunque giovane donna e giovane uomo di ogni tempo. L’amore qui viene raffigurato in ogni sua forma, passionale, sublime, mistica, poetica. C’è bisogno di amore cari amici, c’è sempre più bisogno di bellezza di passione e coerenza in tutto ciò che facciamo.

VI ASPETTO PER UN PERCORSO ALLA MOSTRA COMMENTATA DALL’ARTISTA ELIO DE LUCA.

Grazie Maestro Vania

FOTOGRAFE, mostra a villa Bardini FI con Marginalia

PERCORSI TERMINATI

RITROVO ORE 16,45 davanti all’ingresso di Villa Bardini da via COSTA A SAN GIORGIO

QUOTA di partecipazione € 16,00 a persona CON BIGLIETTO INGRESSO RIDOTTO PER chi è in possesso di:

tessera soci Coop, muniti di tesserino; possessori del biglietto cumulativo Giardino di Boboli / Giardino Bardini; adulti accompagnatori dei laboratori per bambini FOTOGRAFI SI CRESCE!; Touring Club Italiano, FAI, dipendenti Toscana Aeroporti, soci delle Ass. “Conoscere Firenze” e “Amici dei Musei”

BIGLIETTO INGRESSO GRATUITO PER:

Interpreti; giornalisti muniti di tesserino; disabili e rispettivi accompagnatori; membri ICOM, ICOMOS e ICCROM

Fotografe! Dagli archivi Alinari a oggi

Un ambizioso progetto espositivo che ha per protagoniste assolute le fotografe di ieri di oggi.

Con L’Associazione Culturale Marginalia ( guiderà la mostra Fiammetta Michelacci). Cercheremo di dare a tutti alcune importanti informazioni sulla fotografia degli inizi del 900.

Ci immergeremo in un mondo affascinante fatto di dagherrotipi. Ma anche di pellicole argentate e fotomontaggi manuali fino alle tecniche della contemporaneità.

Commenteremo il ritratto iconico della collezione Alinari di Wanda Wulz del 1932 dal titolo “IO + GATTO”,

Il ritratto della fotografa Madame d’Ora che ritrae Elsa Schiapparelli. la prima donna ad essere ammessa alla Scuola applicata di Grafica a Vienna. In seguito ammessa anche all’Associazione dei fotografi austriaci. Il ritratto ad Elsa Schiapparelli con il suo cane ritrae al meglio questa icona di stile della moda. Fu eterna rivale di Coco Chanel e inventò il colore rosa shocking.

E di tante altre donne fantastiche che hanno approfondito, nella fotografia, stili unici che potremo commentare insieme, in questo interessante percorso di fine estate.

Vi aspettiamo!

PER PRENOTAZIONI:

SCRIVERE UN WHATSAPP O TELFEFONARE AL N 3664475991

OPPURE SCRIVERE UNA MAIL A: visiteguidate@associazionemarginalia.org 

Di seguito altri scatti di Sofia Uslenghi e il ritratto di Paola Borboni Wanda Wulz e io sempre nel mezzo

Cappelle Medicee, VISITA GUIDATA

NUOVA DATA DA STABILIRE

(posti limitati)

RITROVO ORE 15,50 Davanti alla fioriera vicino all’ingresso delle Cappelle,

vedi foto

Biglietto ingresso – intero :  € 9,00

Biglietto ingresso – ridotto (giovani tra i 18 e 25 anni): € 2,00

Per le AGEVOLAZIONI e GRATUITA’ generali previste per legge, clicca qui

Servizio guida € 10,00 a persona

Noleggio radio con auricolari obbligatori € 1,00 a persona

Totale quota di partecipazione € 20,00 a persona tutto compreso

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE:

con whatsapp 3664475991

oppure visiteguidate@associazionemarginalia.org

Nel 1464 Cosimo de’ Medici ( detto il vecchio) figlio di Giovanni, primo signore de facto di Firenze, moriva e veniva sepolto in una cripta sotterranea, posta in un pilastro esattamente al di sotto dell’altare centrale della basilica di San Lorenzo.

Da allora San Lorenzo divenne il luogo di sepoltura dei componenti della famiglia Medici, tradizione che andrà avanti, fino ai granduchi e all’estinzione della casata.

Lo sfarzo abbagliante è dato dai ricchissimi intarsi in commesso fiorentino per la realizzazione dei quali fu creato l’Opificio delle pietre dure.

Nelle nicchie della Cappella dei Principi sarebbero dovute entrare le statue dei granduchi, anche se furono poi realizzate soltanto quelle per Ferdinando I e Cosimo II, opere entrambe di Pietro Tacca eseguite tra il 1626 ed il 1642.

Gli altri sepolcri granducali appartengono a Cosimo I e Francesco I e Cosimo III (succeduto a Ferdinando II. Al centro dell’atrio, nelle intenzioni dei committenti, doveva trovarsi il Santo Sepolcro, sebbene i vari tentativi di comprarlo o rubarlo a Gerusalemme a fallirono.

Un percorso affascinante che potremo fare insieme di pomeriggio grazie a questa apertura straordinaria pomeridiana

Una visita da non perdere a cui invitiamo tutti a partecipare