Oro, incenso e mirra: simbolo e realtà, , la storia e le curiosità di questi antichi doni

DOMENICA 22 DICEMBRE ore 16,00

Ritrovo in P.za Signoria davanti al Bar Revoire

Percorso di un’ora e trenta minuti – facile per tutti

tutti i partecipanti saranno microfonati per migliore acolto

Quota di partecipazione € 10,00 a persona

Prenotazioni e ulteriori informazioni

366 4475991 

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

Per quale motivo i Re Magi hanno portato a Gesù bambino oro, incenso e mirra? Si tratta di doni ad alto valore simbolico: l’oro è un materiale prezioso, riservato ai re, l’incenso testimonia la divinità di Gesù, mentre la mirra, legata al culto dei morti, fa riferimento al suo essere uomo, e come tale mortale.

Ma al di là della simbologia, scopriremo insieme durante il nostro percorso di più su questi doni preziosi.

Un Percorso di trekking urbano che ci guiderà alla scoperta di alcune curiosità a riguardo.

I tre doni ci daranno lo spunto per parlare di alcuni luoghi della città, partendo da Ponte Vecchio per poi dirigerci nella chiesa dei Santi Apostoli ed infine all’interno dell’Olfattorio di Via Tornabuoni

Vi racconteremo la storia dell’ Oro l’ Incenso e la Mirra in un percorso affascinante pieno di magia.

Vi aspettiamo per condividere insieme un percorso di fine anno fatto di arte storia e profumi

Museo del Bargello

Giovedi 28 dicembre 2019 ore 16,00

con Marginalia, un percorso d’arte in un museo pieno di opere e storia.

 

   

  

La visita avrà una durata di un’ora e trenta minuti, adatta a tutti  –  ritrovo davanti all’ingresso del Museo alle ore 15,00

La visita sarà completamente guidata da uno storico dell’arte. – I partecipanti saranno muniti di auricolari per migliore l’ascolto.

Quota di partecipazione € 15,00 a persona

che prevede:

Biglietto d’ingresso

servizio guida

auricolari

 

UN PO’ DI STORIA Continua la lettura

LUNEDI 30 DICEMBRE ORE 16,10

Percorso guidato alla Badia Fiorentina con Marginalia.

Alla vigilia della fine del 2019, in un lunedi festoso, pieno di luci e colori, concediamoci un pomeriggio tutto per noi per visitare uno dei luoghi storici più affascianti di Firenze. La Badia, come tutti ormai saprete, apre solo il lunedi e questo ci è sembrato un lunedi speciale per entrarci insieme a voi.

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE

RITROVO ORE 16,10 davanti all’ingresso della Badia

Quota di partecipazione € 13,00 a persona compreso noleggio ricevitori con auricolari per migliore ascolto.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI A:

3664475991 

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

iniziative@associazionemarginalia.org

La Badia fiorentina, mille anni di bellezza e fede

Sorta e cresciuta quasi come una fortezza entro il perimetro delle antiche mura romane, la Badia è la vera roccaforte della storia della fede a Firenze. 

I monaci benedettini hanno abitato questi spazi prima che si compisse l’anno mille dell’era cristiana, protetti dal prestigio feudale del marchesato di Willa e Ugo di Toscana, il gran barone di cui dice Dante nella Commedia.

E, a proposito del Poeta, va detto che è proprio la Badia, e non altre come si vuol far credere, la vera chiesa di Dante. Gli anni felici per quanto difficili della vita fiorentina dell’Alighieri, furono scanditi all’ombra delle mura di questo complesso religioso, che proprio in quei giorni mutava aspetto in virtù dei progetti del grande Arnolfo di Cambio, sommo architetto della Signoria guelfa. 

Poi la Badia accoglierà anche il rinascimento, nelle eleganti arcate del chiostro degli aranci disegnato da Bernardo Rossellino, gli interventi della Controriforma e le ristrutturazioni barocche (lo splendido soffitto ligneo è forse il capolavoro anato che incontra l’arte nella Firenze del seicento).

Potremmo quindi parlare anche di Giotto, Giovanni BoccaccioFilippino Lippi, Giorgio Vasari, altri nomi pregevoli che arricchiscono la storia a cui abbiamo solo accennato, in attesa di potervi accompagnare alla scoperta di questo nobile, millenario monumento della fede.  

Marco Villani

Passeggiata notturna nel quartiere di SAN GIOVANNI a Firenze

Ideata ed organizzata dall’Associazione Culturale Marginalia

SABATO 30 Novembre ORE 21,10

(Il percorso non sarà eseguito in caso di pioggia)

dalle ore 21,10

Percorso completamente guidato
Ritrovo: ore 21, 10 in San Lorenzo davanti alla chiesa

Durata del percorso un’ora e venti minuti

consigliate scarpe comode
Contributo per la serata € 10 a persona compreso noleggio ricevitori con auricolari per migliore ascolto.

Bambini fino a dodici anni gratuito

Graditi amici a quattro zampe.

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE:

chiamando il 366 4475991

oppure scrivendo a: visiteguidate@associazionemarginalia.org

Vi aspettiamo in tanti per questa passeggiata notturna di fine estate da condividere insieme attraverso un affascinante percorso che ci parlerà di storia, arte e curiosità. Spesso viaggiando per le nostre città non ci soffermiamo mai a guardare ed ammirare con attenzione tanti dettagli. Il nostro quotidiano ci impone ritmi frenetici e mai il gusto di una piccola scoperta o il piacere di uno sguardo su qualcosa di bello che non avevamo mai degnato di interesse. Questa serata si propone per diventare questa occasione e lasciare a tutti voi una bella esperienza da ricordare.

Un po’ di storia:

San Giovanni, nel Medioevo era la zona meno popolata di Firenze, caratterizzato dai tanti orti degli abitanti del quartiere. I suoi confini erano delimitati dalla colonna dell’Abbondanza, situata nella piazza della Repubblica, dal quartire di Santa Croce a sud, da quello di Santa Maria Novella a ovest e dalle mura che da porta Santa Croce arrivavano a porta Faenza. Piazza San Giovanni è da sempre considerata il centro religioso di Firenze: tra XI e XIII sec, d.C., sui resti di un tempio pagano fu edificato il Battistero dedicato al protettore della città; sulle rovine dell’antica Santa Reparata risalente al IV sec. fu costruita la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, oggi Duomo di Firenze, cui fu affiancato lo stupendo Campanile di Giotto. Nonostante il Battistero sia del XI sec. e il Duomo del XIV – XV sec. come anche il Campanile, insieme costituiscono un armonico esempio di Gotico fiorentino, con i primi accenni rinascimentali.

Domenica 24 novembre alle ore 16,30

L’Associazione Culturale Marginalia, propone un percorso olfattivo all’interno dell’Antica Profumeria Inglese

in via Ginori, 2 r a Firenze.

Ritrovo ore 16,20 in Piazza San Lorenzo

alla statua di Giovanni dalla bande nere

Vi aspettiamo per condividere un pomeriggio fra i profumi artigianali più prestigiosi, raccontandovi la storia di personaggi e dei laboratori che gli producono, ma anche delle piante utilizzate e delle lavorazioni fatte di amore, pazienza, ricerca e manualità.

La serata sarà incentrata su un percorso olfattivo inebriante, abbineremo ai profumi delicati, un drink di benvenuto con biscotti alle rose e lavanda. Un pomeriggio per farvi coccolare dai tanti racconti e dalla magia degli ambienti.

La rosa è indiscutibilmente  la regina dei fiori in profumeria, ma essendo a Firenze  l’iris non potrà mancare.

Anche la lavanda non va disconosciuta, sarà il pretesto per farvi sentire il profumo “Blenheim Bouquet”, uno dei profumi storici di Penhaligon’s , molto famoso perchè era la fragranza utilizzata da Winston Churchill . un altro fiore che non mancherà nella nostra presentazione sarà sicuramente la tuberosa dall’interpretazione classica di Piguet a quella decisamente piu’ moderna di Nasomatto… ed infine il gelsomino per riallacciarci a Creed e i suoi fantastici aromi.

Relatori della serata:

Stefania della Profumeria Inglese

Vania Fanciullacci

Massimo Alfaioli

Davide Casarosa

Prenotazioni Obbligatorie scrivendo o chiamando ai seguenti contatti:

3664475991 

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

Un po’ di storia

Profumeria Inglese ha una bella storia che parte a Firenze nel 1843. Henry Roberts, un farmacista inglese, fondò una farmacia in pieno centro storico, dove si potevano trovare da prestigiosi profumi a liquori di marca.

Nel 1874 Henry Roberts crea un nuovo prodotto che diventerà famoso in tutto il mondo: una polvere a base di talco e acido borico da applicare sulla pelle e che confezionata in barattolo verde. E’ nato il borotalco.  

Nel 1921 l’attività di Henry Roberts si fonde con un’altra nota farmacia fiorentina di proprietà di Lorenzo Manetti, creando appunto la Manetti & Roberts.  

Nel 1974, dopo un incendio ai limitrofi magazzini, l’esercizio della farmacia si staccò da quello della profumeria: i locali assunsero così la denominazione di Profumeria Inglese, che ancora oggi la Fam. Bertelli porta avanti nel centro storico di Firenze.   

Nel 1998 Profumeria Inglese lascia la sede storica di via Tornabuoni e si sposta nella vicinaPiazza dell’Olio. Al primo piano di questa sede si insedia l’Istituto di Estetica: il centro estetico sempre della Fam. Bertelli.  

Dal 2015 la Profumeria Inglese si trasferisce in via de’ Ginori e si articola in quattro punti vendita, oltre l’Istituto di Estetica,tra Firenze e Prato e presenta ancora oggi la migliore selezione di marche di profumi e fragranze di tutto il mondo. Come nel 1843. 

Servizio fotografico di: Silvano Cinelli PUBBLIPHOTO

 

L’Associazione culturale Marginalia, abbinato al concorso Un Prato di Fiabe

organizza un corso di scrittura creativa condotto dallo scrittore

Michele Protopapas e la scrittrice Francesca Berti

Il corso ha una durata di 4 lezioni di due ore ciascuna, e si terrà nei locali della libreria caffetteria Sit’N’Breakfast a Firenze in via San Gallo 21 rosso

Le date: da sabato 5 a sabato 26 ottobre 2019
dalle ore 16,30 alle ore 18,30,

La prima lezione sarà gratuita per tutti

Il costo per le lezioni è di € 20,00 euro a lezione

costo totale del corso € 80,00 da saldare con bonifico bancario sul C/C di Marginalia

Durante le lezioni tenute da Paola Zannoner e Marco Vichi, potrete confrontarvi sui temi, del racconto e del romanzo e se vorrete della fiaba .

Per ulteriori INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

366 4475991
oppure scrivere a: unpratodifiabe@associazionemarginalia.org

MUSEO GALILEO, VISITA GUIDATA

NUOVA DATA DA STABILIRE

RITROVO ORE 16,20 DAVANTI ALL’INGRESSO DEL MUSEO

Quota di partecipazione comprensiva di biglietto ingresso al Museo e noleggio ricevitori con auricolari per migliore ascolto

€ 16 a persona

Cliccando sul link troverete informazioni per chi sono riservate le gratuità_

Gratuità per biglietto ingresso Galileo https://www.museogalileo.it/it/museo/visita/informazioni-museo/gratuita.html

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE chiamando o scrivendo ai nostri contatti

366 4475991 

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

iniziative@associazionemarginalia.org – 

Proseguono le celebrazioni leonardiane con una mostra al Museo Galileo dedicata ai disegni di Leonardo e dei principali protagonisti delle ricerche sul moto perpetuo. Un’indagine che si avvale anche di modelli, filmati e ipotesi di ricostruzione.

Tra le novità una sezione dedicata alla realtà aumentata: grazie alla quale i visitatori potranno interagire con l’ambiente circostante, visualizzando come se fossero reali le macchine a moto perpetuo concepite da Leonardo e dagli altri ingegneri e scienziati. Inoltre, chi lo desidera, potrà cimentarsi in un divertente gioco didattico, dedicato ai princìpi fisici in base ai quali si ritenne a lungo che il moto perpetuo fosse possibile.

NUOVA DATA DA STABILIRE

visiteremo nella mattina alle ore 10,00 il bellissimo cenacolo di Ognissanti affrescato da Domenico Ghirlandaio.

Ci troveremo alle ore 10,10 davanti all’ingresso della Chiesa di Ognissanti in Borgo Ognissanti, 42 Firenze, per iniziare il nostro percorso visitando uno dei cenacoli più belli del quattrocento fiorentino.

La visita durerà ca un’ora e un quarto

la quota di partecipazione è di € 10,00 a persona

compresi ricevitori con auricolari per migliore ascolto

Vi aspettiamo per condividere un sabato mattina insieme all’insegna come sempre dell’arte della storia e del bel vedere.

Il percorso ci introdurrà al tema dell’ultima cena, così in voga in questo preciso periodo storico.

Iscrizioni obbligatorie

Per iscriversi o chiedere ulteriori informazioni scrivere o chiamare i seguenti contatti:

Cell- 3664475991

visiteguidate@associazionemarginalia.org

Un Po’ di storia:

Il genere dell’ultima cena fu particolarmente in auge alla fine del Quattrocento, soprattutto a Firenze, dove si trovano moltissimi esempi di questo tipo di dipinti, generalmente realizzati ad affresco in conventi e monasteri e in ambienti dove i monaci erano soliti mangiare (i refettori). Anche questa Ultima cena di Domenico del Ghirlandaio si trova in un refettorio, quello del convento di Ognissanti a Firenze. Come da tipica iconografia del tempo i santi sono tutti disposti su un unico lato della tavola e Giuda, il traditore, è isolato sul lato opposto ma al centro, vicino a Gesù. Si noti con quanta cura il pittore realizzi le figure degli apostoli e le caratterizzi individualmente, e si noti anche il bellissimo giardino che si apre alle spalle dei protagonisti, sotto le due volte a crociere scorciate prospetticamente in maniera impeccabile. Lievi accenni di caratterizzazione psicologica non approfondita, le espressioni sono semplici e pacate, c’è assenza di drammaticità (che invece troviamo in altri cenacoli contemporanei), e tutto ci trasmette senso di pacatezza e tranquillità, come da tipico stile di Domenico del Ghirlandaio. 

Passeggiata notturna nel quartiere di Santo Spirito a Firenze

Ideata ed organizzata dall’Associazione Culturale Marginalia

ORE 21,10  NUOVA DATA DA STABILIRE

 

Percorso completamente guidato dal nostro storico dell’arte Marco Villani

Ritrovo: ore 21, 10 in Santo Spirito davanti alla chiesa

Durata del percorso un’ora e venti minuti

consigliate scarpe comode

quota di partecipazione € 10 a persona

Bambini fino a dodici anni gratuito

Tutti i partecipanti saranno muniti di auricolari per migliore ascolto

 

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE

Per ulteriori informazioni e prenotazioni

366 4475991

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

 

Una sera in Oltrarno

 
La sponda sinistra dell’Arno racconta all’inizio una storia diversa, quasi appartata di Firenze. 
Prima, per quasi mille anni, la città era tutta dall’altra parte, al di qua del fiume, a nord del ponte che i romani avevano varcato per fondare e vivere la loro fiorente colonia. 
Poi, passati mille anni, al tempo del glorioso Comune, i nuovi traffici mercantili fanno sorgere borghi popolosi anche nella zona al di là, e nasce l’Oltrarno, che diventa la sesta parte della città, chiusa tra le nuove mura e il fiume. 
Si moltiplicano le attività artigiane, sorgono le fiere che celebrano l’arte della lana: ancora oggi attraversiamo queste strade cercando le vecchie botteghe e nuovi mercatini festosi. 

La storia va avanti veloce;

ancora cento anni, Firenze è una Signoria, e la devozione dei mercanti fiorentini incontra qui la missione teologica degli eredi di S.Agostino: nasce il convento di Santo Spirito, e diventa il nucleo su cui da secoli ormai gravita l’Oltrarno. È il momento in cui Firenze si divide in quattro parti. L’Oltrarno è diventato il quartiere di Santo Spirito.
Accanto alla splendida storia dell’artigianato, che si racconta dal borgo di San Frediano a ovest fino a San Niccolò, che è sul limite orientale, c’è la vicenda della grande arte: con il 400, nel convento del Carmine nasce una pittura nuova con Masaccio, e per Santo Spirito lavoreranno i massimi artisti: Brunelleschi, Botticelli, Michelangelo e Raffaello. 
Quindi, l’ultima svolta decisiva, a un certo punto la storia dei Medici diventa la storia di Firenze, e l’Oltrarno diventa la casa dei Granduchi dalla metà del 500, quando Cosimo I ed Eleonora di Toledo acquistano il Palazzo Pitti e ne fanno la loro residenza. 
Il Palazzo cresce, diventa immenso, la collina di Boboli si trasforma nel giardino di un palazzo reale: l’Oltrarno era all’inizio solo un luogo ai margini di una storia, adesso accoglie l’immagine quasi eccessiva di un potere che ha segnato il destino di una città.  
 
Proviamo a ripercorrere insieme, nella calma di una sera di fine estate, la traccia visibile e invisibile di questa storia affascinante. 
 
Marco Villani

 

Riprendono i percorsi per bambini e i loro genitori agli museo degli Uffizi

NUOVA DATA DA STABILIRE

ore 16,30

 

Un Pomeriggio a casa del Principe, alla Galleria degli Uffizi

è un divertente percorso all’interno della Galleria degli Uffizi per bambini dai 5 ai 9  anni e dai 10 ai 12 anni e i loro genitori, a cura dell’Associazione Culturale Marginalia.

Il percorso sarà svolto da due delle nostre guide, una si dedicherà esclusivamente ai bambini svolgendo una visita su misura per loro, mentre l’altra potrà condurre una visita per i genitori soffermandosi sui principali capolavori della Galleria.

Possibilità di fare il percorso anche tutti i giorni dal martedì al venerdì oppure il sabato e la domenica oppure per compleanni e occasioni private.

Dopo la visita ci dirigeremo tutti insieme alla caffetteria del Museo per la meritata merenda (dei bambini) a casa del principe presso la caffetteria sulla terrazza della Loggia dei Lanzi.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE PER  BAMBINI:

 € 16,00 a bambino e comprende la prenotazione obbligatoria ( prevista anche per i bambini dai 5 anni in su e richiesta dagli Uffizi), la visita guidata, gli auricolari collegati ai nostri microfoni per migliore ascolto e la merenda sulla Loggia dei Lanzi.

La merenda è a base di cioccolata calda o succo di frutta e sarà servita nella caffetteria degli Uffizi sulla Loggia dei Lanzi.

Per tutti i bambini che avessero problemi e non potessero prendere ne cioccolata ne succo di frutta, dovremo essere informati preventivamente.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE ADULTI:

€ 24 a persona la quota comprende:

biglietto di ingresso al museo che equivale ad euro € 12,00 a persona più € 4 di prenotazione (obbligatorio)

noleggio auricolari € 1,50

visita guidata € 6,50

Le quote dovranno essere corrisposte anticipatamente rispetto al percorso

con saldo sul ns c/c con bonifico bancario di cui daremo gli estremi una volta fatta la prenotazione via mail o telefonicamente. 

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

tel 366 4475991 

Il Ritrovo è previsto alla Porta N. 3 – porta delle prenotazioni degli Uffizi  15 minuti prima dell’ingresso previsto alle ore 16,30

Per entrare ogni bambino dovrà essere fornito un documento

Va bene anche la tessera sanitaria o un codice Fiscale

Ogni genitore  dovrà fornire il proprio nome e cognome e numero di cellulare, nome e cognome dei bambini ed età

Orari e prezzi relativi ai biglietti potranno subire variazioni a discrezione della struttura museale.

La durata della visita sarà di circa un’ora più la merenda, totale percorso ca un’ora e trenta.

Ma non finisce qui:

Per tutti i bambini a cui i genitori hanno fatto la tessera Marginalia 2019 questa visita è gratuita, insieme ad altre che faremo sempre per loro gratuite durante l’arco dell’anno.

Se tutti i bambini verranno muniti di una macchinetta fotografica usa e getta o un cellulare  potranno fare delle foto lungo tutto il percorso.
 
 

IMPORTANTE:

In caso di pioggia non sono ammessi, per l’ingresso al museo:

ombrelli lunghi, solo piegabili

Non sono ammessi zaini ( che nell’eventualità dovranno essere lasciati in guardaroba) 

Non sono ammesse grandi borse che comunque il guardaroba non prende in deposito.

Non sono ammesse bottigliette d’acqua

 

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE e ulteriori informazioni

visiteguidate@associazionemarginalia.org   

tel 366 4475991