BORGO DI ARTIMICO

percorso notturno al Borgo di Artimino la Pieve di San Leonardo e Il Museo archeologico con apertura straordinaria

Il percorso inizierà dalla porta del borgo di Artimino alle ore 21,10. Visiteremo subito la Pieve di San Leonardo, appositamente aperta per il nostro gruppo. Quindi faremo un percorso lungo tutto il borgo. Qui saranno raccontati anneddoti storie e leggende a cura di archeologi.

Per finire la nostra visita guidata saremo accompagnati al Museo archeologico. Sarà aperto straordinariamente, per una  visita a gli straordinari reperti delle necropoli etrusche di Artimino, Prato Rosello e di Comeana. Un percorso museale tutto da scoprire.

Tutti i partecipanti saranno muniti di auricolari per migliore ascolto durante tutto il percorso.

Vi aspettiamo per condividere questa nuova e affascinante esperienza in un luogo pieno di fascino e storia.

 

Quota di partecipazione per i soci € 10,00 per i non soci € 14,00

Prenotazioni obbligatorie

Per ulteriori informazioni e iscrizioni potrete scrivere a:

visiteguidate@associazionemarginalia.        org iniziative@associazionemarginalia.org

tel 366 4475991329 3075760

 

un po’ di storia

Artimino è piccolo centro etrusco fino al X secolo e più, Artimino è un castello rurale attribuito alla curtis carminiana dal 998. Con un diploma il sacro imperatore romano Ottone III assegna in feudo, al vescovo Antonio di Pistoia. Erano popoli di diversi pivieri presenti in questa zona del Montalbano, fra i quali la pieve di S. Leonardo fuori le mura.
Inoltre è un borgo rurale di una quarantina di abitanti effettivi, in frazione di Carmignano. Ubicato nella provincia di Prato dal 1992. Si trova su un cipressato tumulo tufaceo-arenario di circa 250 m s.l.m.. prospiciente l’Arno, proprio là dove questi riceve l’Ombrone. Dalla sua posizione collinare si domina a vista il masso della Gonfolina, affacciato sull’Arno. Tutto il suo tratto fluviale verso Montelupo Fiorentino ed Empoli, fino verso il Monte Pisano. 

Pur non avendo affatto una pianta castellare tipica d’origine, il borgo di Artimino presenta strutture altomedievali di tipo rurale, rimaneggiate nei secoli con fortificazioni, torri e dimore povere, certamente non nobiliari, assimilate all’ordine etrusco originario nel Due-Trecento, in concomitanza con le note vicende municipaliste del periodo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *