Santuario della Santissima Annunziata Firenze

Domenica 17 dicembre 2017

alle ore 16,30

visita guidata a cura di Marginalia con lo storico dell’arte Marco Villani

al santuario della Santissima Annunziata di Firenze

 

Questo percorso è gratuito per tutti i soci, sarà un’occasione per stare insieme, potendosi ristorare in un locale limitrofo dove vi offriremo un un caffè, per poterci augurare tutti insieme, un felice e sereno Natale.

Vi aspettiamo e ricordiamo che il percorso è aperto a tutti.

 

 

informazioni e prenotazioni

visiteguidate@associazionemarginalia.org     

 iniziative@associazionemarginalia.org

tel 366 4475991 – 329 3075760

 

Alcune informazioni sulla chiesa

Si arriva alla Chiesa dopo aver ammirato la bella piazza Santissima Annunziata- in particolare la fontana manierista di Pietro Tacca- sede anche di alcune manifestazioni interessanti durante l’anno, come ad esempio la Fierucola del Pane (a settembre) dove artigiani di vari settori fanno un mercato.

 

All’esterno, sopra l’arco centrale del portico della chiesa, vi sono gli affreschi di lacopo Carucci, detto il Pontormo, un pittore che fece del rinnovamento degli schemi compositivi della tradizione la sua principale caratteristica. La sua inesauribile vena sperimentale, insieme alla sua complessa personalità, fanno di lui uno degli artisti più interessanti e innovativi del ‘500.

 

In questa chiesa si può ammirare il suo debutto: la visita della chiesa è quindi anche  un’ottima occasione per imparare a conoscere questo artista.  

 

Sempre all’esterno troveremo il portale centrale, arricchito da un mosaico di Davide Ghirlandaio, raffigurante l’Annunciazione.

 

Superato il portico vi è il Chiostro dei Voti, circondato da colonne corinzie a sorreggere gli archi. Sulle pareti con una serie di affreschi si ripercorre la storia della Madonna, tra cui la Visitazione di Pontormo. Sempre nell’atrio è possibile vedere gli affreschi di altri due manieristi: Rosso Fiorentino e Andrea del Sarto, considerato vero e proprio maestro dell’intera prima generazione dei manieristi.

 

Gli interni. La Chiesa è caratterizzata dal suo stile barocco e il soffitto riccamente decorato da Volterrano. All’interno, accanto ad ogni finestrone vi è un quadro raffigurante un Miracolo della Madonna, dipinti da Cosimo Ulivelli, Giovanni Fiammingo e Ferdinando Folchi. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *