Domenica 28 Ottobre 2018

Trekking urbano autunnale a Siena

organizzato da Marginalia e condotto dallo storico dell’arte Marco Villani

 

Percorso in Pullman con linea Sita da Firenze

Partenza dalla stazione SITA domenica 28 ottobre con pullman di linea veloce ore 9,10

( il punto di partenza è alla Stazione di S. Maria Novella accanto al Bar Deanna

Rientro il Pomeriggio ore 17,40

Il biglietto di linea Firenze Siena A/R costa  € 16,80

 

 tempo di percorrenza un’ora e 15 minuti

consigliato abbigliamento e scarpe comode

Tutti i partecipanti saranno muniti di auricolari per migliore ascolto

 

Quota di partecipazione

per la visita guidata  tutto il giorno € 18,00

Sono esclusi eventuali biglietti ingresso ai musei

Biglietto Pullman A/R € 17,00 a persona

Il pranzo potrà essere a sacco o in ristorante a discrezione dei partecipanti durante il tempo libero dalle 12,30 alle 15

 

 

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE

Per ulteriori informazioni e prenotazioni

366 4475991 – 329 3075760

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

iniziative@associazionemarginalia.org – 

 

PROGRAMMA del trekking Urbano

Come si racconta la perfezione di Siena?

Nata dall’incontro di una strada con le forme ondulate dei colli, la città ci appare come disegnata e costruita in un momento.

Siena ha un’origine antica, romana, ma tutto il suo splendore si afferma nel tempo medioevale, quando, divenuta uno dei maggiori centri sulla Francigena, assiste ad un traffico continuo di mercanti e di pellegrini. Fiorisce allora un’arte raffinata e aristocratica, che mette insieme culture lontane, una classica (latina e bizantina), e un’altra moderna (quella toscana e il gotico di Francia). Visione mistica e racconto civico (qui: la Cattedrale e la Piazza del Campo) sono in perfetto equilibrio, ricchezza materiale e devozione religiosa, incontro che anche altrove ha reso bellissime le città d’Italia al termine del medioevo. 

Siena si compone di tre parti: i terzi di Città, Camollia, e di San Martino, allungati su differenti declivi, eppure la sua immagine è unita, compatta. Ancora più unita pensando alla divisione interna nelle 17 contrade, leggendarie frazioni cittadine che non trovano analogie altrove, e che per due volte l’anno, d’estate, si contendono il celebre Palio…

 

(Marco Villani)

 

Passeggiando per la città, sosteremo nella Piazza del Campo, visitando il Palazzo Pubblico. Al suo interno, i nobili affreschi di Simone Martini (la Maestà) e quelli di Ambrogio Lorenzetti (la celebre Allegoria del Buon Governo). 

Nel pomeriggio, saliamo verso la Cattedrale dedicata all’Assunta, mirabile scrigno colmo di opere preziose: il pulpito di Nicola Pisano, le sculture di Donatello, Michelangelo e Bernini, i dipinti del Pinturicchio nella Libreria Piccolomini, il pavimento integralmente intarsiato come un enorme dipinto steso a terra, e in alto le volte medioevali con il cielo stellato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *