Giovedi 14 Febbraio, L’Associazione culturale Marginalia organizza

un percorso alla Galleria degli Uffizi per conoscere le storie più intriganti

della famiglia Medici e non solo, attraverso le opere esposte nella Galleria.

Vi aspettiamo per condividere un pomeriggio pieno di fascino e storia.

Ingresso ore 16

quota di partecipazione € 24,00 a persona compresi auricolari per migliore ascolto, gruppo minimo 10 persone.

La quota di partecipazione comprende: il biglietto ingresso ( fino al 28 febbraio è ancora di bassa stagione ed è di € 12 a persona) quindi diritti di prenotazione che equivalgono ad € 4 a persona , € 2 per noleggio auricolari e servizio guida.

Una quota davvero speciale per augurare a tutti un Buon San Valentino.

ISCRIZIONI E INFORMAZIONI scrivendo o telefonando a:

 366 4475991

visiteguidate@associazionemarginalia.org 

iniziative@associazionemarginalia.org

L’arte del Trecento e del Rinascimento è racchiusa qui, nelle mura di uno dei musei più famosi del mondo per le sue pregevoli collezioni di dipinti e di statue antiche: La Galleria degli Uffizi di Firenze.
Un’architettura che non ha paragoni negli edifici del Cinquecento e testimonia la grandezza di un’epoca feconda e singolare. 
Costruita per volontà del granduca Francesco I e su progetto del grande architetto Giorgio Vasari, la Galleria che prima di Francesco I era una loggia aperta, corona l’ultimo piano del maestoso edificio degli Uffizi (nome che rende omaggio all’originale funzione della struttura, ovvero gli uffici amministrativi della famiglia Medici).

Questa loggia, arricchita di capolavori nel corso degli anni, è la testimonianza dell’amore per l’arte dei numerosi esponenti della dinastia medicea di Firenze, appassionati collezionisti di dipinti, sculture e oggetti. 
A loro sono succeduti i Lorena e poi lo Stato Italiano che nel corso dei secoli hanno continuato la grandiosa opera di valorizzazione e ampliamento della Galleria. 
La visita nelle ampie sale della Galleria è fonte di una continua meraviglia: sculture classiche, e soprattutto capolavori di pittura (dall’arte del Trecento a quella Rinascimentale, giungendo sino al ‘700). 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *