L’Associazione culturale Marginalia, propone per tutto il mese di maggio a partire da giovedì 9 maggio, una serie di percorsi sul tema di Maria “donna dei nostri giorni”.

Ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle ore 15,40, con ritrovo davanti al Battistero alla Porta del Paradiso che guarda verso la facciata del Duomo

Maggio e il racconto di Maria

La figura della Vergine Maria diventa centrale nella storia e nell’arte fiorentina alla fine del 200. Firenze ha sconfitto i suoi nemici politici, considerati nemici anche nella fede (i Ghibellini) e decide di innalzare alla Madre di Cristo il più bel tempio mai concepito nell’arte. Santa Maria del Fiore ha così una storia monumentale lunga seicento anni: dal tempo di Arnolfo, che inventò una cattedrale rivestita di molteplici colori, riflesso delle bellezze angeliche e teologali che ispirarono subito dopo persino il sommo Giotto, al genio miracoloso di Brunelleschi che innalzò la cupola verso il cielo come metafora visibile della grandezza mariana, fino ai giorni ottocenteschi di Firenze Capitale, quando si giunse finalmente al completamento della facciata. Ci allontaniamo di pochi metri, e lasciamo la dimensione grandiosa del Duomo senza perdere il senso della meraviglia: Orsanmichele, che fu la loggia del grano della città guelfa, fu poi nel trecento convertita in chiesa e contiene tra le sue arcate un vero e proprio tempio architettonico simile a un lussuoso reliquiario, il tabernacolo in marmo bianco e paste vitree multicolori dell’Orcagna. Vi si custodisce la Madonna delle Grazie di Bernardo Daddi, maestà dipinta su tavola a metà Trecento,  preziosa per il valore artistico e per la devozione tributatale dai fiorentini, che a lei si affidarono nei momenti difficili, immagine di grazia e dolcezza che apre il cammino verso la luce.

Marco Villani 

Quota di partecipazione € 8 a persona più € 2 da riconoscere al noleggio auricolari per migliore ascolto.

Per prenotazioni e ulteriori informazioni

366 4475991 – 329 3075760
visiteguidate@associazionemarginalia.org iniziative@associazionemarginalia.org – 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *