DAL FIUME ALLA CITTA’

SABATO 5 SETTEMBRE 2020 ORE 21,10

NUOVO PERCORSO seconda edizione da Piazza Ognissanti

Prenotazioni obbligatorie

scrivendo o chiamando o inviando un whatsapp
3664475991 – visiteguidate@associazionemarginalia.org
Oppure scrivendoci su facebook o sul sito

Necessario: uso della mascherina
distanziamento sociale

Quota di partecipazione € 10,00
ragazzi sotto i tredici anni gratuito
graditi amici a 4 zampe

Ritrovo ore 21,10 In P.za Ognissanti davanti alla Chiesa

consigliate scarpe comode

Tutti i partecipanti saranno microfonati per migliore ascolto

La nostra idea di percorso nasce da una suggestione quasi poetica, ma insieme da un pensiero storico fondato.
La splendida Firenze, centro di civiltà universale, vede nell’esistenza del fiume Arno la ragione stessa della sua nascita, e il suo nome deriva dai fiori della primavera, che evolvono nel giglio del fiorino e in altre mille immagini d’arte.

Duemila anni fa gli antichi romani vollero fondare una colonia oltrepassando gli argini del fiume, erano i militari delle legioni di Giulio Cesare Cesare. Nacque così Florentia, città dei fiori: qui si distendeva la magnificenza della natura, fronteggiata a poco a poco dal progredire delle costruzioni artificiose dell’uomo (dal semplice campo militare alla meraviglia dei marmi della Cattedrale). Questa competizione tra uomo a natura a Firenze ha determinato esiti gloriosi, dai ponti popolari e principeschi si procede verso case che si specchiano nelle acque dell’Arno duplicando la bellezza, fino alla sfida estrema della fabbrica degli Uffizi sospesa tra terra acqua ed aria e di fronte al verde della collina di Boboli.

La nostra suggestione è questa: rivivere questo movimento di scambio continuo tra il fiume e la città, partendo dai ponti ed inoltrandoci nel tessuto antico e medioevale dei suoi quartieri.

Proveremo in una breve passeggiata dopo il tramonto, quando le luci della sera favoriscono l’immaginazione, ad evocare il senso della costruzione di una civiltà che ha segnato la cultura italiana del nostro presente.

seguiteci, vi aspettiamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *